Imola, lavori al palazzo comunale per 2,2 milioni

Ripartono a Imola i lavori di restauro e miglioramento sismico del palazzo comunale. È stato infatti aperto nei giorni scorsi il cantiere per i lavori sull’intera porzione nord dell’edificio, delimitato ad ovest dalla via Appia, a nord da via San Pier Grisologo, ad est dalla piazzetta del Tempo Libero e collegata a sud alla restante porzione del palazzo.

L’intervento, il cui importo è di 2,2 milioni di euro più Iva, dovrebbe durare due anni, e diversamente da quanto avvenuto per il primo lotto dei lavori eseguiti in passato, la gru «verrà posizionata all’interno del complesso, nell’area della piazzetta del Risorgimento, che costituisce il cortile interno dell’edificio, in modo da non avere alcun ingombro sulla via Appia».

Per questo motivo la piazzetta «è stata delimitata da pannellature che definiscono l’area di cantiere». Soddisfatto il sindaco Marco Panieri, che da un lato esulta perché «finalmente si apre questo cantiere, i cui lavori sono attesi da tempo» e dall’altro sottolinea che «abbiamo voluto ridurre il più possibile anche i disagi per le attività economiche e i cittadini, per cui il cantiere occuperà meno spazio possibile sulle strade, utilizzando il cortile interno e sviluppandosi in verticale».

Sulla stessa lunghezza d’onda l’assessore ai Lavori pubblici, Pierangelo Raffini, secondo il quale «con l’apertura del cantiere del palazzo comunale nuovo entra nel vivo la stagione dei lavori pubblici che abbiamo programmato per il 2021, un modo concreto per testimoniare la nostra forte volontà di ripartenza». «L’intervento – spiega Raffini – è finalizzato principalmente al consolidamento strutturale dell’edificio, ma si realizzerà anche una riqualificazione e riorganizzazione degli spazi, che in futuro avranno, almeno in parte, destinazione diversa da quelle attuali».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui