Imola, la piscina comunale riapre all’aperto dal 22 maggio

Dopo oltre sette mesi di corsie vuote, accessibili per parte dello stesso periodo solo agli agonisti, adesso si riparte. Il decreto del 22 aprile scorso stabilisce, infatti, che da sabato 15 maggio le piscine, ma solo quelle all’aperto, potranno lavorare. E qualcosa si muove anche in città. Un via libera che però riserva limitazioni. Oltre alla misurazione della temperatura all’ingresso, la compilazione dell’autocertificazione, con conseguente mantenimento della lista delle presenze per 14 giorni, in vasca bisognerà mantenere una distanza di 7 metri quadrati mentre a bordo vasca si dovrà assicurare una superficie di almeno 10 metri quadrati per ogni ombrellone. Inoltre la sistemazione dei lettini dovrà garantire il distanziamento di 1,5 metri tra le persone che non appartengono alla stessa famiglia. A Imola l’unica struttura che rientra in queste caratteristiche è la piscina comunale gestita da Geims.

Si punta ad aprire il 22

«Finalmente possiamo ripartire dopo sette mesi di chiusura totale al pubblico. Il PalaRuggi che oltre alla piscina conta anche diversi campi da basket, pallavolo e altre attività sportive è rimasto fermo se non per assicurare l’attività agonistica. Purtroppo – commenta il direttore di Geims, Lorenzo Muscari – difficilmente riusciremo a essere pronti per il 15 maggio, per cui stiamo lavorando per esserlo il 22».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui