Imola, la città pronta ad accogliere i 60mila per i Pearl Jam

La città è pronta a ospitare la nuova ondata di fan, sono infatti attese 60mila persone, per il secondo grande concerto all’Autodromo. Oggi sul palco innalzato nel paddock in riva al Santerno suoneranno i Pearl Jam, recuperando la data fissata già nel 2020 rinviata poi a causa del Covid. Come già sperimentato con il concerto di Vasco Rossi il 28 maggio scorso, la macchina organizzatrice è rodata per dare il benvenuto non solo al quintetto di Seattle, ma anche e soprattutto alle decine di migliaia di fan provenienti da tutta Italia e non solo.

Le prime fan da Teramo

Di questa marea umana fanno parte anche la 26enne Valeria e la 39enne Monica. Giovani amiche e appassionate di musica rock, arrivate da Teramo, che poco prima delle 15 di ieri hanno varcato, per prime in assoluto, i cancelli del campeggio allestito in via Tiro a Segno. «Siamo partite nella tarda mattina – dicono – e finalmente adesso siamo arrivate a Imola. È la prima volta che veniamo a vedere un concerto a Imola e soprattutto che vediamo i Pearl Jam. Adesso monteremo la tenda ci riposeremo dopo tre ore di viaggio e poi faremo un giro in centro. Domani – chiudono – vogliamo essere in prima fila». Un campeggio gestito dai volontari del centro sociale “Tiro a segno” che per i Pearl Jam vedrà arrivare 400 persone in tutto. «Abbiamo ridotto rispetto a Vasco – conferma la presidente del cetro sociale stesso, Alessandra Berardi – perché con i 15/20 volontari che a turno presiedono l’area diventa difficile. In totale saranno 82 piazzole occupate da tende e un’ottantina camper. A differenza del precedente concerto di Vasco, dove però la capienza è arrivata a 500 persone, non avremo solo italiani. Ci hanno fermato le piazzole – aggiunge – anche diversi stranieri provenienti dalla Francia, dalla Slovacchia e addirittura dalla Gran Bretagna. L’affluenza arriverà soprattutto da domani mattina (oggi ndr) e durerà fino a poche ore dall’inizio del concerto».

Fino a tarda notte

Per allietare e ristorare le migliaia di fan dal mattino di oggi e fino a tarda notte i pubblici esercizi, i bar, le osterie e i locali dell’asse che dalla stazione dei treni porta fino alle porte dell’Autodromo, allestiranno banchetti con birra, panini e bibite fresche. Un’offerta che non si esaurirà con i saluti dal palco di Vedder & C. ma che nelle piazze e nelle vie del centro durerà praticamente non stop fino a domenica mattina.

Viabilità stravolta

Non mancano, infine, necessarie limitazioni e stravolgimenti della viabilità cittadina soprattutto lungo le vie adiacenti all’Enzo e Dino Ferrari. Tra divieti di transito fino al mattino di domenica (viale Dante, via Rosselli, Galli, Musso, parte di viale dei Colli e parte di via Pirandello, via Graziadei, via Tabanelli, viale XXIV Maggio, via IV Novembre, via Minzoni, via Piave, via della Senarina) e l’istituzione di parcheggi riservati alla sosta di veicoli muniti di contrassegno per persone con disabilità (piazzale Leonardo da Vinci, parcheggio di via Santerno, parcheggio via Taglioni, parcheggio piazzale Vittorina Sambri) dalle 20 di oggi fino alle 6 di domenica ci sarà anche il divieto di transito e sosta con rimozione in viale Andrea Costa, nel piazzale Marabini, e viale XXIV Maggio.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui