Imola, l’osteria I tri scalèn chiede spazio per allargarsi

La storica osteria “I Tri Scalen” si vuole allargare. Almeno questo è l’obbiettivo una volta ottenuti tutti i permessi necessari, aprendo un ulteriore spazio, esterno alla sede di via Marsala. A seguito del successo, seppur forzato a causa della pandemia, della struttura allestita temporaneamente nel vicino parcheggio di piazza Codronchi, e soprattutto dell’incertezza sulle regole future della fruizione dei luoghi al chiuso, la proprietà ha deciso di chiedere ospitalità in un’area di proprietà della parrocchia di Sant’Agostino. Stabile posto proprio di fronte all’osteria, posizionato al civico 7, all’interno del quale i clienti potranno trovare posti a seder per degustare i piatti, bere un bicchiere di vino o una pinta di birra al coperto. L’appendice dell’osteria, infatti, verrebbe ricavata all’interno di un attuale garage e prenderebbe il posto del dehors utilizzato fino a oggi, che come ha sottolineato l’assessore all’Urbanistica, Michele Zanelli durante la Commissione 3 «non può avere una concessione reiterata all’infinito visto che la struttura oggi utilizzata all’esterno dall’osteria insiste su un parcheggio pubblico occupando alcuni stalli adibiti alla sosta delle auto». Per ottenere il via libera, la domanda deve essere comunque vagliata dall’amministrazione comunale. Essendo quello nuovo, uno spazio non dedicato alla fruizione pubblica e neppure ad attività commerciali per poter ristrutturare e quindi allestire la dépendance enogastronomica, al di là del già presente accordo privato tra le parti, serve un cambio di destinazione d’uso. «Un passaggio – spiega l’assessore Zanelli – che prevede da parte comunale una variazione alla scheda del Rue e che permetterà all’attività di poter trovare una location più consona e comoda». A seguito dell’approvazione della variante, che approderà in consiglio comunale imolese entro la fine di questo anno, seguiranno i tempi tecnici per le osservazioni e comunicazioni del caso, Soprintendenza tra le altre, dopo di ché la procedura potrà essere avviata formalmente. RICCARDO ISOLA

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui