Imola in musica, ultima notte di note

Imola in musica al grand finale. Dopo la serata di discoteca in piazza Matteotti che ha riscosso tantissimi consensi e il concerto di Giusy Ferreri, la rassegna cominciata l’1 settembre con una serie di anteprime, si chiude questa sera con gli ultimi appuntamenti e concerti che riempiranno ancora una volta il centro storico, tutto ad ingresso gratuito.

Piazza Matteotti

La serata conclusiva di Imola in musica vedrà protagonisti i giovani musicisti dell’Orchestra Senzaspine, che si esibiranno sul palco principale di piazza Matteotti alle 21. L’Orchestra Senzaspine, che conta oggi oltre 450 musicisti under 35, è stata fondata a Bologna nel 2013 da Tommaso Ussardi e Matteo Parmeggiani, attualmente presidente e vicepresidente dell’omonima associazione. La Senzaspine mira, da un lato, a riconsegnare la musica classica all’amore del grande pubblico, dall’altro ad offrire ai giovani orchestrali concrete opportunità professionali. Il tutto secondo un approccio sempre inclusivo e accessibile. In nove anni di vita, i Senzaspine hanno stravolto stereotipi e rivoluzionato la percezione comune della musica classica. Ad oggi, hanno all’attivo oltre 400 eventi musicali e collaborazioni con solisti di fama internazionale, tra cui Enrico Dindo, Mario Brunello, Simone Alberghini, Domenico Nordio, Anna Tifu. Dal 2015, grazie ad un bando del Comune di Bologna, l’Orchestra ha sede al Mercato Sonato, teatro di un intervento di rigenerazione urbana e culturale unico in Europa. Qui nel 2017 è nata la Scuola di Musica Senzaspine. A Imola l’orchestra si esibirà in una serata dal titolo “La sinfonica fuori genere”, proponendo un repertorio tra il classico e il moderno estremamente eterogeneo, che comprende colonne sonore da Morricone, Rota, Piovani, Zimmer, Williams e brani pop-rock rivisitati di artisti come Queen, Led Zeppelin, Lady Gaga, Cohen, Michael Jackso, brani del repertorio popolare, classici della canzone italiana, incursioni nel tango di Astor Piazzolla ed esplorazioni nella musica balcanica.

Le altre piazze

In Piazza Gramsci la serata sarà dedicata a uno degli appuntamenti tradizionali di Imola in musica, quello con la finale del contest per band emergenti Gocce di musica per la solidarietà, giunto alla quattordicesima edizione e organizzato da Avis e Sabato Sera. La serata avrà inizio alle 20.30, sarà condotta da Paolino e vedrà la partecipazione della band imolese I Congiunti, vincitrice della scorsa edizione. Il concerto di piazza dell’Ulivo alle 21 è affidato ai Cantodiscanto, gruppo di origine napoletana composto da Guido Sodo (chitarre, oud), Frida Forlani (voce, chitarra battente, chitarra), Mirco Mungari (darbouka, cajon, tamburi a cornice, berimbao, chitarre), Ivan Valentini (sax soprano, sax alto), Giovanni Calcaterra (contrabbasso). In piazza Medaglie d’oro la serata sarà invece curata dal collettivo Hey Ciò Let’s Go e dedicata al genere e alla cultura Indie, con l’esibizione a partire dalle ore 21 di due gruppi: Dirùpators e HorseLoverFat.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui