IMOLA. Tre architetti, due avvocati, una farmacista e un consulente d’impresa. Sono i professionisti, non tutti alla prima esperienza in pubblica amministrazione, che compongono la squadra nominata dal neosindaco di Imola Marco Panieri.

La giunta del sindaco Marco Panieri FOTO MMPH

Fabrizio Castellari , classe 1969, è già stato sia assessore che vicesindaco e anche presidente del consiglio comunale, sarà vicesindaco anche questa volta e assessore alla scuola, carica che aveva già ricoperto, istruzione e formazione, bilancio e tributi, organizzazione, personale, polizia municipale e protezione civile. Pierangelo Raffini, consulente di impresa, classe 1961, torna a fare l’assessore dopo averlo fatto con Daniele Manca con le stesse deleghe più qualcuna in aggiunta: centro storico, sviluppo economico, lavoro, artigianato, commercio, lavori pubblici, attività produttive e agricoltura. A Daniela Spadoni, avvocata, 51 anni, vanno le politiche sociali, i rapporti col terzo settore, politiche familiari, attività istituzionali e rapporti col consiglio comunale; è stata già consigliera comunale ma mai assessora. Elena Penazzi, professione farmacista, classe 1974, si occuperà di turismo, autodromo, servizi al cittadino, comunicazione, e-governement e servizi informativi, grandi eventi e politiche comunitarie. Elisa Spada, architetta e docente universitaria, classe 1979, avrà in carico ambiente, mobilità sostenibile, partecipazione e pari opportunità, diritti degli animali, parchi e spazi verdi dell’Osservanza. Giacomo Gambi, 29 anni, più giovane anche del sindaco, avvocato, sarà l’assessore alla cultura, legalità, beni archeologici, storici e monumentali, musei, biblioteche e pinacoteche, teatri, politiche giovanili. Il settimo è il tecnico Michele Zanelli, bolognese, architetto, classe 1951, già dirigente del servizio urbanistica del Comune durante gli ultimi anni del mandato di Daniele Manca, sarà assessore all’urbanistica, edilizia pubblica e privata, viabilità e trasporti, demanio e patrimonio. Il sindaco Marco Panieri tiene per sé le deleghe di sport, sicurezza, sanità, università e società partecipate.

Argomenti:

giunta

imola

panieri

1 commento

  1. Anche se non sono di Imola mi piacerebbe tanto che questa amministrazione provvedesse alla ricerca della bombarda che Taddeo Manfredi stava facendo costruire all’inizio del 1470 ( dovrebbe essere interrata vicino la rocca ) e che sospetto fosse opera di Leonardo Da Vinci, come ho già anticipato ne su You Tube.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *