Imola, i primi tour sulla ciclopista del Santerno

La ciclopista del Santerno c’è. Bisogna ancora impegnarsi un po’ per trovare i punti attraverso cui accedervi, ma una volta imboccati si lascia il traffico e ci si immerge nella campagna con alcuni tratti molto suggestivi anche vicini alla città. È vero che ci sono ancora reti rosse qua e là, mancano ancora parapetti in più punti e soprattutto la segnaletica. Di fatto è ancora un cantiere aperto. Ma i più curiosi, e vogliosi di mettersi in sella, se ne sono già “appropriati”. «Entro metà giugno vorremmo consegnarla ai Comuni interessati, tolti i cartelli di cantiere e posata la segnaletica», dice Maurizio Giovannini di Area Blu che ha seguito il progetto. Da Mordano all’innesto con la Maddalena subito fuori Fontanelice, il lungo tratto cosiddetto “family” di fatto è già percorribile e sono stati asfaltati anche gli ultimi tratti. Da lì fino a Carseggio e da lì a Castel del Rio nel tratto che viene definito “professional” i tratti sono invece solo ghiaiati e lo resteranno per tutta l’estate. Per asfaltarli rendendo omogenei tutti i 40 chilometri occorre un nuovo finanziamento di 200mila euro da parte del Circondario.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui