Imola, forte crescita di donatori all’Avis

Importante crescita dei numeri dell’Avis di Imola nel primo trimestre di quest’anno rispetto allo stesso periodo del 2020. Alla sala prelievi si sono presentati 51 nuovi donatori, 38 di Imola e 13 provenienti dal Comprensorio imolese, Medicina e altri comuni. Le donazioni di sangue intero e di plasma sono aumentate di 117 unità (81 di Imola, 36 del Comprensorio). «Sono numeri importanti – sottolinea Fabrizio Mambelli, presidente dell’Avis di Imola – perché il periodo che stiamo attraversando è molto delicato e molti dei nostri soci penso che siamo intimoriti. Ma non dobbiamo mai abbassare la guardia perché, terminato il periodo del Covid, riapriranno a pieno ritmo le sale operatorie e ci sarà maggiormente bisogno di sangue».

Per venire incontro alle esigenze dei lavoratori, la sede Avis rimane aperta ogni seconda domenica del mese per le donazioni di sangue, ma non di plasma, e per gli esami di idoneità (tutto su prenotazione). Le ultime due domeniche utili, prima delle ferie estive, sono il 9 maggio e il 13 giugno. Le aperture domenicali riprenderanno a settembre. «Oggi – aggiunge Mambelli -, possiamo contare su 6.528 donatori in tutto il Comprensorio, di cui 4.240 a Imola. Ma, per ogni donatore che ci lascia per raggiunti limiti di età, ne servono almeno quattro tra i più giovani. Occorre sempre allargare la base associativa». Info: 0542 32158 (dalle 8.30 alle 12.30).

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui