IMOLA. Locale storico per la movida estiva cittadina fin dai primi anni Novanta, il Riverside questa mattina sarà demolito. Nell’ ottobre 2017 il Demanio, che è il titolare dell’area golenale sulle rive del Santerno, aveva impugnato la concessione per la gestione del locale che il Comune di Imola aveva siglato due anni prima con quello che poi sarebbe stato l’ultimo gestore, che poi ha fatto causa al Comune stesso. Il Demanio contestava infatti ad  Area Blu di non avere alcun titolo per affidare la gestione dell’area, di cui lo stesso Demanio è titolare, che il Comune però da decenni aveva in uso. L’Agenzia regionale aveva poi stabilito che quell’area fosse potenzialmente pericolosa, a rischio esondazione del fiume, per ospitare una simile struttura, optando dunque per la demolizione del manufatto. L’ultima giunta eletta di Imola, quella 5 Stelle, poco prima di cadere, aveva approvato un atto con cui proponeva di ricostruire il chiosco in un’area non distante nel prossimo futuro.

Argomenti:

demolizione

imola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *