Imola. Dipendente della Sacmi muore folgorato in piscina

Alex Bonucchi, 25 anni di Nonantola, era un giovanissimo dipendente della Sacmi Forni, azienda con sede a Sassuolo che fa parte del gruppo Sacmi di Imola. È morto lunedì in Algeria folgorato nella piscina dell’hotel dove soggiornava con alcuni colleghi. Era partito a fine dicembre ed era arrivato in Africa all’inizio dell’anno in missione di lavoro, lavorava infatti come trasfertista, montatore e collaudatore per la Sacmi Forni, per la quale aveva girato già in molte parti del mondo, specializzato nell’installazione e manutenzione di forni per la ceramica, uno dei segmenti principali della cooperativa la cui casa madre ha sede a Imola. La notizia ieri è arrivata ovviamente fino al Santerno, dove i colleghi del ragazzo sono rimasti molto colpiti da quanto successo. I carabinieri di Modena, lunedì in tarda serata, erano stati contattati dall’Ambasciata d’Italia ad Algeri affinché rintracciassero i familiari di Alex Bonucchi per comunicare la tragedia; ad accogliere la notizia è stata la madre. Le circostanze della morte sono da chiarire, è certo che non sia avvenuta sul lavoro ma nella piscina dell’hotel poco distante da Algeri dove soggiornava coi colleghi e la causa sarebbe stata una folgorazione causata da qualcosa di elettrico, avvenuta proprio in piscina. Pare che a causare la morte del ragazzo sia stato un led difettoso. Forse un cavo scoperto chiamato ad illuminare la piscina della struttura. La stessa piscina che è stata posta sotto sequestro dalle autorità. Lascia padre, madre, la sorella e la fidanzata.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui