Imola, daspo e 14 anni totali di pena per 3 tifosi dell’Andrea Costa Basket

Tre daspo per complessivi 14 anni di pena. Questo il provvedimento che la divisione anticrimine della Questura di Bologna ha notificato a tre tifosi dell’Andrea Costa, coinvolti la sera di sabato 18 dicembre in scontri al di fuori del palasport di Ozzano con gli Ultras locali. La decisione, ufficializzata ieri dalle Forze dell’Ordine e già comunicata da tempo ai diretti interessati, coinvolge anche ben 9 tifosi ozzanesi. Nello specifico un ultras dell’Andrea Costa, che aveva da poco esaurito un precedente Daspo (in seguito ai fatti di Imola-Trieste del 29 dicembre 2016), ha ricevuto una Daspo (divieto di accesso alle partite di pallacanestro) per 6 anni e in più dovrà sottoporsi all’obbligo di firma in concomitanza con i match dell’Andrea Costa: due volte, una tra il primo e il secondo quarto e l’altra tra il terzo e il quarto. Per gli altri due tifosi biancorossi, invece, la pena inflitta è di 4 anni a testa. In generale i divieti di accesso per nove tifosi vanno dai tre ai cinque anni, mentre per altri tre ultras, che avevano già ricevuto daspo, ci sarà appunto l’obbligo di firma. Per uno di loro, ozzanese, il divieto di accesso è fissato in otto anni. Tutti e 12 rispondono anche di rissa e resistenza a pubblico ufficiale sul piano penale.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui