Imola, cresce da 900 a 1100 il numero di iscritti all’Università

Una città sempre più universitaria. In attesa che l’importante intervento di riqualificazione di una parte del complesso dell’Osservanza per la creazione dello studentato con aule didattiche e stanze per i corsisti, per la sede di Imola dell’Università di Bologna, nuove aree e laboratori, i cui lavori potrebbero partire dalla primavera prossima, i dati di partecipazione e frequenza dei corsi, da parte di studenti e studentesse, negli ultimi tre anno è sempre andato in crescendo. Lo conferma Patrizia Tassinari, delegata del rettore per la sede di Imola dell’Università di Bologna che afferma come oggi «si sia raggiunto un dato importante di partecipazione, che è passata dai 900 iscritti di tre anni fa ai circa 1.100 attuali».

Dieci differenti corsi di studio nelle facoltà di di Medicina e chirurgia, Farmacia, Agraria e Ingegneria che stanno conquistando e aumentando il proprio appeal in “provincia”. Imola, infatti, anche grazie a questo importante progetto legato all’Osservanza, potrebbe diventare la terza scelta tra i campus di Bologna e quello della Romagna. «Il nuovo rettore – spiega Tassinari – sta non a caso ragionando anche su quale dovrà o potrà essere il futuro della realtà di Imola per capire cosa possa diventare questo polo formativo di cerniera».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui