Imola, contagi in calo, boom di guariti e vaccini sempre a rilento

IMOLA. Sarà una rondine di primavera? Può essere. Ma può anche essere che siano solo referti che arrivano alla spicciolata e che la fotografia di ieri non sia effettivamente quella che segna l’uscita dal periodo più nero della pandemia iniziato a gennaio scorso. Oggi l’Ausl fornirà una lettura più completa ragionando sui dati della settimana, fatto sta che ieri, dopo settimane di numeri di contagio a tre cifre, la quota di positivi si è drasticamente ridotta ed è stata surclassata di gran lunga da quella dei guariti. Ma si badi bene che la burocrazia in questo caso aiuta una lettura ottimistica, e in un certo senso falsa anche il dato numerico. Il numero alto di guariti, 181, in parte è senza dubbio dovuto al fatto che domenica terminavano gli effetti dell’ordinanza regionale che al picco della preoccupazione e del contagio il mese scorso aveva stabilito che l’uscita dalla quarantena non sarebbe scattata più automaticamente al 21° giorno anche con tampone positivo, ma solo con tampone negativo. Adesso si torna invece a quella situazione e quindi il numero delle persone in quarantena considerate non più contagiose anche se per loro il referto non è ancora negativo, sono “libere”. Mentre per tutti la zona rossa prosegue.

Bollettino

Ma eccoli i dati di ieri che inaugurano una settimana i ottimismo statistico, anche se il grado di stress delle persone chiuse ancora in casa per effetto della zona rossa, con scuole ed esercizi chiusi, permane. Su 501 tamponi molecolari refertati più 202 antigenici rapidi, ieri erano infatti solo 32 i nuovi casi positivi registrati dall’Ausl di Imola (6 fino ai 14 anni, 1 nelle fascia di età 15-24 anni; 7 nella fascia 25-44 anni; 8 nella fascia 45-64; 10 dai 65 anni in su), di cui 16 asintomatici e 16 sintomatici. Di questi,15 positività sono emerse tramite tracciamento, 13 persone erano già isolate ma nessuna riferibile a focolaio già noto, quindi si tratta tutti di casi emersi da zero. Nessun decesso ieri, mentre risultano ufficialmente guarite 181 persone. I casi attivi scendono di alcune centinaia rispetto alla scorsa settimana, ovvero sono oggi 2024, mentre i casi totali sono in tutto 11.177 da inizio pandemia. resta alta la pressione ospedaliera, nonostante queste cifre: sono 90 i ricoveri nei reparti internistici Covid dell’ospedale di Imola; 8 sono i ricoverati in semintensiva, 33 le persone afferenti all’Ausl di Imola in terapie intensive regionali, di cui 14 ad Imola; 21 i ricoveri di post acuti Covid in Osco.

Vaccini

Prosegue, ma sempre a ritmo di lumaca, la campagna vaccinale. Alla data di domenica erano 10.097 le persone vaccinate sul territorio con almeno una dose, di queste 5.753 hanno già completato il ciclo vaccinale di due dosi. Un numero dunque inferiore di molte centinaia rispetto a chi ormai la malattia se l’è presa e l’immunizzazione l’ha sviluppata naturalmente.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui