Imola, compie 100 anni e lavora ancora all’uncinetto

IMOLA. Ha compiuto e festeggiato sabato scorso i 100 anni la signora Rosa Zanelli, nata in località Cantalupo, nella campagna di Imola, esattamente l’1 febbraio 1920, in una tipica famiglia contadina dell’epoca, unica femmina di cinque figli. Quella di sabato è stata una festa in famiglia, fra parenti ed amici, con il Sub Commissario al Comune di Imola, Domenico Miceli, che le ha formulato gli auguri a nome della Città di Imola e le ha consegnato la medaglia dei centenari. Dopo la prima parte della vita vissuta in campagna, con il lavoro nei campi ad aiutare la famiglia, nel 1944 Rosa Zanelli si è sposata con Serafino Beltrandi, trasferendosi per qualche anno a Castel Bolognese e Riolo Terme ed accompagnandolo per qualche tempo nell’attività di commercio ambulante.

Poi quando il marito è entrato in quella che allora era la cooperativa Cobai (che nel 1978 diede vita alla Cesi, insieme ad altre cinque cooperative del settore edile e affini), la signora Rosa Zanelli ha dapprima svolto lavori domestici in alcune famiglie imolesi, poi si è completamente dedicata alla propria casa e alla propria famiglia. «La sua è stata e continua ad essere una vita tranquilla – raccontano i figli Gilberto e Giuliana –, circondata dall’affetto dei famigliari. Ed ancora oggi continua a lavorare all’uncinetto ed a maglia, una passione che ha sempre avuto».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui