Imola, coltiva la marijuana in casa e finisce in manette

Ha una sua attività come libero professionista, ma secondo i carabinieri una buona parte del suo reddito derivava dallo smercio di marijuana. I carabinieri della Stazione di Casalfiumanese hanno arrestato un 34enne italiano, che vive con la famiglia d’origine in paese, per coltivazione di sostanze stupefacenti e detenzione illecita ai fini dello spaccio. L’arresto è stato eseguito durante una perquisizione domiciliare scattata dopo alcune segnalazioni sul territorio. I militari erano già alla ricerca di sostanze stupefacenti che, secondo le indagini avviate, dovevano trovarsi a casa dell’uomo, sospettato di aver avviato una produzione di marijuana. Le ipotesi investigative sono poi state confermate dal ritrovamento di 5 piante di cannabis di alto fusto pronte per la raccolta di fiori e foglie, e 19 kg di marijuana già essiccata, più 80 grammi di hashish. L’uomo aveva adibito una stanza della sua abitazione alla coltivazione, produzione, essiccazione, pesatura e confezionamento della sostanza stupefacente, verosimilmente destinata ad alimentare la clientela della Valle del Santerno, le analisi sulla presenza di principio attivo sono in corso. Su disposizione della Procura della Repubblica di Bologna, il 34enne è stato trasferito in carcere.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui