Imola, cambia la raccolta rifiuti: interessate oltre 5mila utenze

Cambia il sistema di raccolta dei rifiuti nei quattro comuni della vallata del Santerno. Dal prossimo 18 gennaio Hera inizierà la distribuzione della nuova Carta smeraldo e dal 20 febbraio la collocazione dei nuovi cassonetti nei territori di Castel del Rio, Fontanelice, Borgo Tossignano e Casalfiumanese. Un adeguamento necessario viste le performance di differenziazione e smaltimento che registrano il 64,6% a Casalfiumanese, 52,6% a Borgo Tossignano, 49,5% a Fontanelice e 56,4% a Castel del Rio, e che in primis ha proprio l’obiettivo di migliorare la raccolta recuperando e riciclando quanta più materia possibile.

Oltre a Hera saranno interessate allo svolgimento del servizio la società cooperativa Brodolini e il Consorzio Ecobi. Complessivamente sono interessate dal progetto oltre 5.650 utenze, di cui circa 430 non domestiche. Nel concreto si tratta di uno sviluppo del sistema già presente. Tra le novità principali c’è il nuovo cassonetto dell’indifferenziato che sarà dotato di un cassetto con azionamento a pedale per il conferimento dei rifiuti e l’introduzione della raccolta dell’organico con cassonetti stradali nei quattro capoluoghi (centri urbani) e nelle principali frazioni di Borgo Tossignano e Casalfiumanese.

«Dopo sei anni dall’introduzione in vallata del sistema di raccolta dei rifiuti con tessera, siamo chiamati a introdurre alcune necessarie modifiche al servizio per recuperare e riciclare sempre meglio, risparmiando materie prime – commentano i sindaci dei quattro Comuni. In questi ultimi anni abbiamo raggiunto risultati positivi, la percentuale di raccolta differenziata è aumentata, ma si può fare di più».

Le novità

Spicca, come novità, la sostituzione degli attuali cassonetti dell’indifferenziato con nuovi contenitori dotati di un cassetto da 30 litri per il conferimento del rifiuto. Il cassetto si aprirà automaticamente avvicinando la nuova tessera al lettore ottico e, una volta inserito il sacchetto, basterà schiacciare il pedale per richiuderlo. Saranno rinnovati gli altri contenitori, sempre dotati del sistema di riconoscimento con tessera, e quelli per il vetro che rimarranno ad accesso libero. Il cassonetto si potrà aprire non solo con la tessera ma anche con lo smartphone.

Un’altra novità è l’introduzione della raccolta dell’organico oggi non presente. Questo vale nei centri abitati dei quattro comuni e nelle frazioni di Tossignano, Codrignano, Sassoleone e San Martino in Pedriolo. Per gli abitanti della vallata la nuova tessera potrà essere utilizzata indifferentemente in ognuno dei contenitori e in ciascuna delle stazioni ecologiche presenti.

Infine a Casalfiumanese, Fontanelice e Castel del Rio il servizio di raccolta delle potature su appuntamento sarà sostituito da un servizio di raccolta porta a porta per il quale saranno consegnati un contenitore da 240 litri e il calendario con i giorni di raccolta. Il servizio di ritiro su appuntamento sarà mantenuto a Borgo Tossignano.

Informazione

Sarà capillare la campagna di comunicazione con l’invio di una lettera a tutte le famiglie e attività produttive/commerciali, incontri pubblici, consegna a domicilio, punti informativi. Gli informatori ambientali consegneranno il nuovo kit dal 18 gennaio.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui