Imola, “aprire le case di riposo prima possibile”

IMOLA. Per ora si utilizzano le cosiddette stanze degli abbracci che ormai ci sono in tutte le strutture, anche se quella della Cra Venturini non è ancora stata ufficialmente inaugurata e lo sarà nei prossimi giorni, ma per l’assessora al Welfare Daniela Spadoni non basa: «bisogna aprire prima possibile le case di riposo, ovviamente in sicurezza».

Stanze degli abbracci

La prima a inaugurare a Imola era stata quella della rsa Baroncini, «ma di fatto le stanze degli abbracci sono pronte dappertutto e ricevono per appuntamento, ma questa è solo la prima possibilità che stiamo dando, oltre alle videochiamate –dice Spadoni –. Però non è sufficiente, io ho già detto a tutti i gestori che andando verso l’estate dobbiamo passare più tempo possibile nei cortili delle residenze, all’aperto». Oggi gli ospiti sono tutti vaccinati, quanto agli operatori «speriamo che si possano vaccinare tutti prima possibile», dice l’assessora che fa un vero e proprio richiamo alla responsabilità degli stessi, perché alcuni mancano ancora all’appello. «Stiamo parlando di persone che durante la pandemia hanno donato tutto il loro tempo e non si capisce perché ora non tutti compiano questo ulteriore sforzo per proteggere gli anziani e anche loro stessi».

Aprire presto

Quello che manca ancora sono le direttive regionali precise. «Abbiamo un comunicato stampa dell’assessore Donini, ma ci manca la direttiva precisa, appena arriverà si apre» assicura l’amministratrice imolese. Magari studiando anche una modalità di tamponi rapidi per chi entra ed esce. In ogni caso è giunto il momento di aprire, perché i nostri nonni aspettano da due anni, tolta una piccola parentesi estiva. Ora dobbiamo preoccuparci anche della loro salute psicologica, a volte ci dimentichiamo che sono i nostri nonni e come tali non hanno più molto tempo e vogliamo che lo vivano nel migliore dei modi, insieme a parenti, figli a volte anche ai loro coniugi, ci sono infatti situazioni anche pesanti da un punto di vista psicologico».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui