Imola, all’asta le luminarie con le frasi di Ayrton Senna

IMOLA. Affisse da ottobre 2020, sono rimaste lì per due Gran premi di Formula 1 di fila. Ora è arrivato il momento di staccarle, non prima però di averle vendute e aver raccolto fondi da versare in beneficenza. Sono le scritte luminose sospese sul cardo e il decumano della città, parole di Ayrton senna che hanno fatto il giro del mondo.

L’asta al via

Ha preso il via ieri alle ore 12 su CharityStars l’asta per le luminarie con le parole di Ayrton Senna, che continueranno a brillare fino al 10 maggio prossimo, nelle strade del centro storico di Imola. L’iniziativa nasce dalla collaborazione tra il Comune di Imola e IF – Imola Faenza Tourism Company, il supporto della Fondazione Cassa di Risparmio di Imola e il patrocinio della Fondazione Ayrton Senna, con l’obiettivo di onorare la memoria del grande pilota brasiliano, scomparso in seguito all’incidente in pista avvenuto a Imola il 1° maggio del 1994 e, nel contempo, esaudire il suo desiderio di aiutare i bambini in difficoltà. Il ricavato dell’asta sarà infatti devoluto ad organizzazioni senza fini di lucro, che saranno individuate da una commissione di cui saranno parte il Comune di Imola, la Fondazione Cassa di Risparmio di Imola ed IF – per attivare iniziative di sostegno a bambini, ragazzi e giovani duramente colpiti da questa emergenza socio-sanitaria.

Le frasi del campione

Le frasi sono i desideri del campione espressi prima di morire alla sua famiglia: restituire parte della ricchezza che lo sport gli aveva regalato alla società, in particolare ai più piccoli, per sostenere il loro diritto a sognare un futuro sereno: «I ricchi non possono / Vivere su un’isola / Circondata da un oceano / Di povertà. / Noi respiriamo / tutti la stessa aria / Bisogna dare a tutti / Una possibilità – Ayrton Senna». E ancora: «Se una persona / Non ha più sogni / Non ha più alcuna / ragione di vivere / Sognare è necessario / Anche se nel sogno / Va intravista la realtà / Per me / è uno dei principi / Della vita». Chi acquisterà le luminarie, nel corso dell’asta, che si protrarrà fino alle 18 del 10 maggio 2021, contribuirà così ad attuare l’obiettivo del supporto all’infanzia, molto caro ad Ayrton Senna e portato tuttora avanti dalla Fondazione che reca il suo nome.

La raccolta

Delle 22 luminarie che compongono le due frasi, 21 saranno messa all’asta, mentre la luminaria che recita “tutti la stessa aria” sarà destinata alla raccolta crowdfunding, con una donazione minima di 10 euro e scadenza sempre il 10 maggio. Il ricavato sarà destinato alla riqualificazione della Rocca Sforzesca. Al termine della raccolta, la luminaria verrà esposta all’autodromo. Inoltre, il nome di ciascun donatore che contribuirà a sostenere il progetto sarà trascritto su una targa celebrativa. Per partecipare si accede al link : www.charitystars.com/Ayrton (italiano) – www.charitystars.com/Senna (inglese)

I commenti

«Da circa sei mesi le frasi di Ayrton Senna hanno illuminato la città in una fase difficile, causa la pandemia, ed oggi parte l’asta che vuole dare una nuova luce di speranza ed un segnale di ripartenza, per superare questo periodo così complicato, attivando nuovi progetti e nuove opportunità di sostegno in particolare ai giovani, che sono stati molto colpiti da questa emergenza –dice il sindaco Marco Panieri –. Ringrazio sentitamente la famiglia Senna, con la quale abbiamo condiviso il progetto. «Vi è una strettissima comunità di intenti fra l’attività della Fondazione Ayrton Senna che si ispira alla sensibilità e alla generosità del pilota e la Fondazione Cassa di Risparmio di Imola –sottolinea il presidente di quest’ultima Rodolfo Ortolani –. Un sentire comune che ha proprio nella attenzione all’infanzia e alla sua tutela uno dei cardini principali. La Fondazione ha fatto anche in questa occasione la sua parte contribuendo fattivamente alla riuscita di un progetto che, siamo sicuri, avrà un buon successo e potrà concretamente portare un aiuto a tutte le associazioni no profit che si occupano di una categoria particolarmente debole in questi momenti: i nostri bambini e i nostri adolescenti». «Non posso che dirmi soddisfatto dell’essere parte di questa iniziativa –conclude il presidente di IF Gianfranco Montanari –. Il progetto benefico, condiviso con la Fondazione Cassa di Risparmio di Imola e il Comune di Imola, è stato pensato per attivare iniziative di sostegno a bambini, ragazzi e giovani così duramente colpiti da questa pandemia. Un altro modo, in sostanza, per attuare l’obiettivo del supporto all’infanzia, molto caro ad Ayrton Senna».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui