Imola, al via da settembre il bicibus nelle scuole

Da settembre l’Istituto comprensivo 5 di Sante Zennaro sperimenterà il “Piano per una mobilità scolastica sostenibile e sicura”. Si tratta di un’azione promossa dal Comune di Imola, in collaborazione con il Ceas e la stessa scuola, per promuovere nuove forme, più sostenibili, meno inquinanti e più salutari, di spostamento casa-scuola.

Si baserà su un approccio interdisciplinare che vede l’istituzione di un tavolo intersettoriale che coinvolgerà scuola, Comune, Ceas, Area Blu, Ausl, Polizia locale, famiglie, associazioni e la figura della mobility manager imolese.

Il progetto

Il progetto fa parte delle linee d’azione di Mobilityamoci 2.0. Un programma regionale che ha come obiettivo la promozione della mobilità attiva nei percorsi casa-scuola e matura dalla consapevolezza che il tema della mobilità scolastica sta divenendo centrale nelle politiche di governo delle città. Ma non solo, questo progetto si pone come scopo quello di favorire la salute di bambini e bambine nonché la loro conoscenza del territorio e la loro autonomia.

Il progetto sperimentale sarà attivato alle Sante Zennaro, con il quale nel 2021 è stato realizzato il progetto sperimentale di bicibus, in alcune classi delle scuole primarie, allo scopo di promuovere la mobilità attiva e in particolare l’uso della bicicletta a partire dalle elementari per poi proseguire in autonomia alle medie.


Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui