Imola, al via da oggi le domeniche ecologiche

Al via oggi a Imola le domeniche ecologiche, dopo l’entrata in vigore, da ieri e fino al 30 aprile dell’anno prossimo, delle misure per la riduzione dell’inquinamento atmosferico a tutela della salute pubblica. E dal lunedì al venerdì tornano le limitazioni alla circolazione dei veicoli più inquinanti.

Tutte le misure

Dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 18.30, non potranno circolare i veicoli alimentati a benzina pre euro, euro 1 ed euro 2, i veicoli diesel pre euro, euro 1, euro 2, euro 3 e – dal 1° gennaio 2023 – euro 4, i veicoli alimentati a gpl-benzina o metano-benzina pre euro ed euro 1, e i ciclomotori e i motocicli pre euro ed euro 1.

Nessun divieto, invece, per i veicoli a benzina euro 3 o superiore, diesel euro 4 o superiore, a gpl-benzina e metano-benzina euro 2 o superiore, per i ciclomotori e i motocicli euro 2 o superiore, per i mezzi elettrici e ibridi, per i mezzi che viaggiano con almeno 3 persone a bordo se omologati per 4 o più posti e con almeno 2 persone se omologati per 2 o 3 posti a sedere (car pooling), e per i mezzi condivisi (car sharing).

Via libera anche ai trasporti specifici o per usi speciali, e ai mezzi in deroga, fra cui quelli dei lavoratori turnisti, di chi si sposta per motivi di cura, assistenza o emergenza, di chi accompagna bambini a scuola e dei meno abbienti (un singolo guidatore con Isee annuo fino a 14mila euro).

Dal 1° gennaio 2023, inoltre, dai divieti in vigore nei giorni infrasettimanali verranno esclusi anche i veicoli aderenti al servizio “Move-in” che consente di percorrere un numero di chilometri all’anno fissato sulla base della categoria e della classe emissiva del veicolo, e monitorato attraverso l’installazione di una centralino.

Nelle domeniche ecologiche, infine, alle limitazioni già previste durante la settimana si aggiunge il divieto di circolazione per i veicoli diesel fino a euro 4 compreso.

Le misure emergenziali

Nel caso in cui si preveda il superamento dei limiti di Pm10 per tre giornate consecutive, quella infrasettimanale di controllo (effettuato di norma tre volte alla settimana, il lunedì, il mercoledì e il venerdì) e le due successive, scatta immediatamente una serie di misure emergenziali aggiuntive su base provinciale.

In questo caso, le limitazione alla circolazione si estendono fin da subito anche ai veicoli diesel euro 4 e – dal 1° gennaio 2023 – euro 5.

Allerta smog

Le limitazioni aggiuntive in caso di allerta smog, infine, prevedono il divieto di sosta e di fermata con il motore acceso per tutti i veicoli, il divieto di combustione all’aperto (falò, barbecue, fuochi d’artificio, ecc…), lo stop agli impianti a biomassa per uso domestico fino a 3 stelle comprese se in presenza di impianto alternativo, l’obbligo di abbassamento del riscaldamento fino a 19° C nelle case e 17° C nei luoghi di attività produttive e artigianali, e il divieto di spandimento liquami zootecnici senza tecniche ecosostenibili.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui