Imola, a Varignana strada sgomberata ma non ancora percorribile

Non è tuttora possibile stabilire una data precisa per la riapertura al traffico in completa sicurezza di via Varignana nell’omonima frazione di Castel San Pietro, dove verso le 7 della mattina di martedì si è verificata una frana di circa trenta metri di larghezza, che dalla cima della collina è finita in un cortile di un edificio disabitato da tempo.

In un primo momento si era ipotizzato un possibile ritorno alla normalità in un paio di giorni. A spostare in avanti la data, però, ha contribuito anche il peggioramento delle condizioni meteorologiche fra venerdì e ieri. E comunque il Comune rimane in attesa della relazione dei Vigili del Fuoco per comprendere esattamente quali siano state le cause dello smottamento (si pensa alla rottura di una conduttura idrica sotterranea, con infiltrazioni di acque nel sottosuolo) e i provvedimenti da mettere in campo per la messa in sicurezza della zona.

«Abbiamo terminato di sgomberare l’area mercoledì – aggiorna il vicesindaco Andrea Bondi, intervenuto sul posto il 1° novembre – e dobbiamo verificare le condizioni di sicurezza della scarpata. Vogliamo essere certi che non si verifichi nuovamente qualche cosa di simile. Abbiamo cominciato i primi controlli e al momento facciamo fatica a definire una data con sicurezza».

Resta dunque il vigore il divieto di transito, anche pedonale, nel tratto compreso fra il civico 266 di via Varignana fino all’incrocio con via Ca’ Masino, e in via Cesare Battisti, dall’incrocio fra via Bartolomeo di Varignana fino all’incrocio con la via Varignana stessa.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui