Imola, 8 denunce per il reddito di cittadinanza ottenuto senza requisiti

IMOLA. I carabinieri di Imola, hanno denunciato otto cittadini, di varie nazionalità, sorpresi a percepire il reddito di cittadinanza senza averne i requisiti previsti. L’accusa per i “furbetti”, di età compresa tra i 33 e i 60 anni, è di truffa aggravata e resa di false dichiarazioni al fine di ottenere il sostegno economico introdotto dal “Decreto Legge 28 gennaio 2019 n. 4” come misura di contrasto alla povertà. Nel frattempo i carabinieri hanno avviato le procedure per il recupero di quanto indebitamente percepito, ancora in corso di quantificazione da parte dell’Inps di Imola. I denunciati infatti, per ottenere tale beneficio, avevano dichiarato all’istituto nazionale di previdenza sociale una serie di falsità, come il convivere con altri familiari in modo da far abbassare il reddito Isee o con altre persone, le quali percepiscono già una pensione o addirittura lo stesso sostegno economico. La metà dei denunciati invece, ha dichiarato di risiedere in Italia da oltre dieci anni.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui