Il Wwf di Rimini sul sentiero del Rio Melo / Fotogallery

Anche il WWF, come le centinaia, forse migliaia di persone che si sono riversate lungo il

sentiero del “Rio Melo” in questo inizio di primavera, complici le restrizioni pandemiche e il tamtam dei social, si è recato sul posto per rendersi conto dello stato di fatto. Il WWF Rimini si batte da decenni per la qualità ambientale dei corsi d’acqua. Fin dalla sua fondazione il WWF ha sempre svolto una intensa attività escursionistica ed educativa

utilizzando i sentieri e considera in genere positiva la creazione di percorsi pedonali e ciclabili lungo i corsi d’acqua, se e quando rispettosi degli ambienti e delle proprietà attraversate. La loro realizzazione deve però seguire precisi criteri di forma e di sostanza. <Siamo a conoscenza – scrive il WWF – da anni della realizzazione del Sentiero del Rio Melo da parte del comune di Riccione. Il prolungamento del sentiero nel comune di Coriano, nei termini improvvisati, soggettivi e discutibili in cui è avvenuto, costituisce una novità che ha pochi precedenti. Accanto al coro degli apprezzamenti per l’accessibilità a un entroterra così attraente e verdeggiante, avremmo visto con grande favore se fossero stati apertamente sollevati i veri problemi ambientali del corso d’acqua, con la richiesta di precisi impegni nei confronti degli enti competenti per affrontare e risolvere gli annosi problemi ambientali tanto evidenti quanto ignorati>.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui