Il Tour de France in Romagna: “Lo sport vale 10 milioni di presenze”

Una strategia mirata quella della Regione Emilia Romagna: puntare sui grandi eventi sportivi per calamitare sempre più vacanzieri. In un’ottica di politica turistica che sappia coniugare il richiamo della competizione alle bellezze del territorio, il fascino dell’atleta di successo alle ricchezze della terra di Romagna. Eloquente il commento dell’assessore regionale al Turismo, Andrea Corsini: «Sul totale delle presenze turistiche lo Sport, inteso come eventi e vacanza attiva, pesa per un buon 15% delle presenze totali. E dico di più: solo per Formula Uno e Moto Gp il ritorno economico stimato è di 390 milioni di euro».


Giro d’Italia, con tappe in Emilia Romagna, Gran Premio di Formula Uno a Imola, Moto-Gp a Misano, Coppa Davis a Bologna: la Regione, e il suo assessorato in particolare, puntano molto sugli eventi sportivi, come mai?

«I grandi eventi sportivi – risponde Corsini – che caratterizzano la programmazione della nostra Regione rappresentano un tratto ormai identificativo dell’Emilia-Romagna. La Formula Uno a Imola, il Motomondiale a Misano Adriatico, la Coppa Davis a Bologna, le tappe del Giro d’Italia che ogni anno attraversano il territorio sono solo la punta dell’iceberg che assume un valore straordinario in termini di marketing e comunicazione ma anche di benefici economici diretti e legati all’indotto indiretto. Ad esempio il valore economico della Formula 1 a Imola è stato calcolato in 240 milioni di Euro, quello del Motomondiale a Misano in 150 milioni. Sotto l’iceberg c’è però un insieme di eventi che generano migliaia di presenze turistiche, oltre ad un effetto di ritorno nel breve e medio periodo. Sul totale delle presenze turistiche si calcola che lo Sport – eventi e vacanza attiva – pesi qualcosa come il 15% delle presenze totali».


Assessore, quanto avete investito quest’anno per gli eventi sportivi?

«Nel 2022 abbiamo investito 8 milioni di euro per sostenere gli eventi a cui vanno aggiunti i progetti di comunicazione prodotto da Apt per accompagnare l’evento agonistico ad una efficace comunicazione televisiva, online e cartacea».


Questi eventi sportivi, di forte richiamo internazionale, quanto muovono in termini di presenze turistiche?

«Riescono a muovere qualcosa come dieci milioni di presenze turistiche».


Corsini, sono previsti altri eventi sportivi di spessore internazionale, in Emilia Romagna, da qui a fine stagione estiva?

«Tantissimi, fra cui Superbike e Motomondiale a Misano, Ironman a Cervia, Coppa Davis a Bologna, e, ancora, la danza sportiva a Rimini e in altre località della costa riminese, fino agli sport di spiaggia in tutte le località balneari della Riviera romagnola».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui