Il teatro Bonci di Cesena presenta la stagione 2019/20

Il teatro Bonci di Cesena presenta la stagione 2019/20

CESENA. Il teatro Bonci ha presentato la sua stagione 2019/20. Domenica 15 la festa d’inaugurazione, un invito aritrovarsi rivolto agli spettatori. Il titolo scelto per la stagione è “Bye bye 900”, che vuole essere un’occasione per riflettere sul presente, interrogandoci su quali strumenti di analisi siamo in grado di ereditare dal secolo scorso e su chi siamo e come cambiamo. In coerenza con questa idea di teatro, nonostante la delicata e difficile situazione di sofferenza generale del sistema teatrale italiano. A Cesenavanno in scena da settembre ad aprile 37 diversi titoli, d icui 4 delle 24 nuove produzioni Ert della stagione 2019-2020 e una ripresa, per un totale di 68 serate di spettacolo, a cui si aggiungono 8 appuntamenti della rassegna“Libretti cesenati per Alessandro Bonci”, organizzata in collaborazione con varie realtà strettamente in relazione con la città e il Teatro, per festeggiare il 150° della nascita del tenore cesenate (1870).

La stagione è un racconto firmato da tanti artisti: i maestri del teatro e i nuovi nomi della scena culturale italiana, che abitualmente simuovono fra palcoscenico e cinema, come Franco Branciaroli e Roberto Herlitzka, Luigi Lo Cascio, Giuseppe Battiston, OttaviaPiccolo, Enzo Vetrano e Stefano Randisi, Sebastiano Lo Monaco, Massimo Popolizio e Maria Paiato, Daniele Russo, Fausto Russo Alesi e Arianna Scommegna; autori e registi che con lo specchio della drammaturgia ci parlano del presente, raccontando i momenti storici di trasformazione e avvento del nuovo, come Carlo Gabardini, Stefano Massini, Ivano Dionigi, Claudio Longhi, Marta Cuscunà, Michele Di Giacomo, Michela Marzano, Massimo Furlan, Laura Sicignano, Andrew Bovell, Lisa Ferlazzo Natoli, Giulia Minoli, Alessandro Gassmann, Serena Sinigaglia; fuoriclasse del divertimento d’autore come Antonio Rezza e Arturo Brachetti; i danzatori classici del Ballet from Russia, quelli contemporanei di Monica Casadei (Artemis Danza) eAterballetto, gli “acrobati” di Evolution Dance Theater. Al centro del cartellone musicale ci sono gli inediti omaggi a Bach, in dialogo con la musica jazz, di Noa e di Ramin Bahrami con Danilo Rea; un’anima jazz hanno anche i concerti di Omar Sosa con Seckou Keita e Vincent Peirani con il quintetto LivingBeing. Posto d’onore è riservato all’Orchestra Sinfonica del Teatro Nazionale Sloveno di Maribor. Nell’ambito del teatro musicale sono ospiti l’Orchestra di Piazza Vittorioe Le voci della Scala.

Per la notte di Capodanno è attesa la magia di Bells and Spells, lo spettacolo ideato e diretto da Victoria Chaplin, interpretato dalla figlia Aurélia Thierrée. La Societas e il Teatro Valdoca, compagnie che fanno di Cesena una delle capitali del teatro europeo, alla loro città dedicano, per il terzo anno, un progetto comune, “Disgelo dei nomi”, che presenta il lavoro di giovani artisti: Dewey Dell, Scuola di movimento ritmico Mòra diretta da Claudia Castellucci e Opera Bianco.

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *