Il sindaco di Forlì: «Grave errore non riaprire tutte le scuole»

La scuola dopo Pasqua torna in presenza ma non per tutti, molte attività economiche resteranno al palo anche ad aprile e sul fronte dei contagi non è ancora cominciata la discesa. A un anno dall’inizio della pandemia i nodi da risolvere restano tanti e i vaccini, almeno per il momento, non stanno incidendo in maniera importante sulla diffusione del Covid. Anche a Forlì si cerca di vedere la luce in fondo al tunnel, la voglia di ripartire è tanta ma non è semplice.

«Sulla scuola resto categorico: non l’avrei mai chiusa e non la chiuderei per nessun motivo, è l’impresa più importante che abbiamo, i giovani sono il nostro futuro – afferma il sindaco di Forlì Gian Luca Zattini – In questi mesi sono fioccati interventi di esperti che affermano che la scuola non è mai stato un veicolo di contagio e segnalano conseguenze nefaste per i ragazzi dal punto di vista psicologico. Credo sia un errore non riaprire anche seconde e terze medie e le superiori. Non è accettabile che gli studenti più grandi perdano quasi due anni, la scuola va tenuta aperta. È un posto sicuro e controllato che rispetta tutti i protocolli di sicurezza. In questi mesi ho sempre visionato i report con i dati sulle scuole – sottolinea il sindaco – e ho sempre avuto conferma che non ci siano dubbi sul fatto che sia stato un errore chiuderle».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui