Il sindaco di Predappio: “Il 4 novembre unisce ogni credo politico”

Domenica è il giorno in cui, in molti comuni italiani, si celebra la Festa dell’Unità nazionale e delle Forze armate. Una ricorrenza che unisce il sentimento di condivisione davanti al Tricolore nel rispetto e nella memoria di quanti hanno sacrificato la vita per l’ideale della libertà. A Predappio le celebrazioni, che si svolgono in collaborazione con la sezione dei combattenti e reduci, hanno un’enfasi e un significato particolare e sono già iniziate con la deposizione di una coccarda tricolore nella frazione di Tontola presso il cippo che ricorda il sacrificio dei caduti in guerra. «Lo spirito della festa che una volta era fissata per il 4 novembre – risponde il sindaco Roberto Canali – è quello di unire tutti anche se onestamente non ci dovrebbe essere bisogno di una ricorrenza ad hoc. Ci apprestiamo anche noi a questo ricordo con la giornata ufficiale di domenica che inizierà con la messa celebrata dal parroco don Massimo Bonetti nella chiesa di Sant’Antonio».

Per Predappio è un appuntamento speciale dopo le manifestazioni dello scorso week end? «La confusione che abbiamo avuto non c’entra niente con la ricorrenza del 4 novembre in quanto i predappiesi non hanno necessità di riunirsi anche perché sono stati interessati in maniera molto limitata dai cortei dell’Anpi a cui avranno partecipato una ventina di abitanti e a quello degli Arditi a cui sono intervenuti non più di un paio di residenti».

Sindaco, nel discorso celebrativo che pronuncerà dopo la messa e la posa della coccarda tricolore alla tomba dei caduti ha intenzione di fare qualche riferimento alle manifestazioni di fine ottobre? «La ricorrenza del 4 novembre ci deve far sentire tutti uniti attorno a certi valori ma proprio perché è una celebrazione che abbraccia persone di ogni credo politico non ritengo di dover fare particolari richiami ai fatti accaduti una settimana fa. Certamente per Predappio è un momento importante e non da oggi, un anno fa abbiamo concesso la cittadinanza onoraria al Milite Ignoto. Domenica nelle restanti frazioni sarà celebrata una messa e posta una coccarda tricolore, al cimitero di San Cassiano alle 8,30 e poi a seguire ad un quarto d’ora di distanza a San Savino, Santa Marina e alle 9 a Fiumana».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui