Il sindaco di Bagno di Romagna: “Mandrioli, continueremo a vigilare”

Dopo la sollecitazione con al quale Alice Buonguerrieri chiede al sindaco di Bagno di Romagna Marco Baccini, anche nella sua qualità di consigliere provinciale, di continuare a controllare l’evoluzione degli investimenti sulla strada dei Mandrioli, è arivata la replcia del sindaco: “In primo luogo – spiega Baccini – ci preme evidenziare che quello della viabilità del territorio e dei collegamenti è uno dei temi ai quali questa Amministrazione ha sempre prestato particolare attenzione, nella consapevolezza che un buon sistema viario sia necessario per rispondere alle esigenze dei nostri cittadini e delle nostra aziende, oltreché utile ad una buona fruizione turistica, che rappresenta una delle vocazioni più spiccate a livello locale.

Oltre a pianificare un programma di riqualificazione del sistema viario comunale, alla realizzazione del quale ogni anno sono state destinate rilevanti somme, per un totale di importi investiti ad oggi di 2.429.000 euro, l’impegno dell’Amministrazione è stato costantemente e puntualmente rivolto anche a sollecitare la soluzione di criticità emerse nelle vie di comunicazioni di competenza di altri Enti.

Per quanto riguarda la S.P. 142 è positivo l’intervento fattivo ed in tono collaborativo di Alice Buonguerrieri – specifica Marco Baccini – al riguardo – continua il sindaco – il nostro impegno è stato presente sin dal 2015 ed è proseguito costantemente negli anni, con un’attività di continuo richiamo all’attenzione dei vari Enti sulla necessità di intervenire in modo strutturale per garantire stabilità ad una delle più importanti arterie di collegamento del nostro Comune, particolarmente utile a cittadini pendolari, alle aziende ed al turismo locale.

Ancor prima che si verificasse la chiusura della strada nel 2020, intervenimmo con richieste puntuali nei confronti di Regione e Provincia per sollecitare interventi strutturali straordinari su quell’arteria e per accorparla alle strade di rilevanza regionale e nazionale”.

Gli sforzi per la strada

“Ciò che è successo sino ad oggi – continua Baccini – registra un investimento complessivo di oltre 1.300.000 euro, con il quale sono stati realizzati vari interventi di carattere prioritario e relativi alla messa in sicurezza dei versanti esposti, ciò che di fatto ha consentito di poter riaprire il traffico della S.P. 142 a tutti i mezzi di percorrenza. Certamente, come abbiamo sempre evidenziato, sono necessari altri stanziamenti utili a finanziare ulteriori interventi di miglioramento del manto stradale e delle paratie, ma riteniamo che lo sforzo fatto sia stato positivo e fattivo.

Un impegno che non ha trovato soluzione con gli interventi già realizzati, ma che continua ed è ben presente presso gli Enti competenti, tanto che nel prossimo piano triennale delle opere pubbliche sono stanziate opere per un totale circa di 2.090.000 euro, che serviranno per migliorare la sicurezza stradale e rafforzare la struttura dell’arteria, ciò che ci pare una buona risposta alle necessità evidenziate nel corso di questi anni.

Occorre in ogni caso tenere presente alcune circostanze che, ribadisco – spiega sempre il sindaco – non possono essere sottovalutate. Da una parte, la particolare morfologia della strada nel versante romagnolo, che presenta pareti a formazione marnoso arenacea esposte, un tracciato particolarmente impervio e caratterizzato da curve a stretto raggio e pendenze rilevanti. Dall’altra la mole di traffico pesante che quotidianamente transita su quella strada, che rischia di non essere sopportato dalla struttura della stessa, costruita a inizio del secolo scorso per altre esigenze e volumi di transito”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui