Il refettorio solidale di Savignano sarà attivo in centro negli spazi dell’ex Acli vicino alla chiesa di Santa Lucia

La notizia arriva dalla Caritas di Savignano sul Rubicone che ieri, domenica 4 settembre, insieme alla presidente Elena Battistini, al parroco di Savignano don Piergiorgio Farina, al vicesindaco e assessore ai Servizi alla Persona Nicola Dellapasqua ed ai tanti volontari, ha inaugurato la nuova sede.

“L’idea era sempre stata dall’inizio quella di avere il servizio refettorio attiguo ai locali della parrocchia – spiega don Piergiorgio Farina –. Da qui transita la maggior parte delle persone bisognose o in stato di povertà. È più facile indirizzare gli utenti ai locali qui a fianco, c’è meno dispersione, più vicinanza e in qualche modo più possibilità di accogliere”.

Le modalità di erogazione dei pasti resteranno le stesse che erano applicate nella sede originaria, presso i locali del Don Baronio. Anche l’organizzazione del servizio resta la medesima. Prima dell’accesso al servizio, ogni persona viene accolta dal Centro di ascolto della Caritas di Savignano per capirne i bisogni e le necessità. Il centro di ascolto lavora in piena sinergia con gli assistenti sociali del territorio.

I pasti serviti nel refettorio nel corso dell’estate sono stati una decina al giorno, ai quali si sono aggiunti alcuni asporti. Il servizio è attivo quattro volte alla settimana, tutti i martedì, mercoledì, giovedì e sabato, grazie alla disponibilità dei volontari che si autogestiscono per ciascun turno.

Il refettorio solidale è attivo a Savignano dal 19 gennaio 2021 per iniziativa della Caritas parrocchiale con Caritas Rimini, in collaborazione con l’associazione Amici del Don Baronio e con il sostegno dell’Unione Rubicone e mare per i comuni di Borghi, Roncofreddo, Savignano sul Rubicone, San Mauro Pascoli e Sogliano.

Il refettorio accoglie gli ospiti con posto a sedere nel rispetto della normativa anti-Covid, e un pasto caldo preparato dalla cooperativa Diapason di Rimini.

“Il rapporto con la cooperativa è ottimo e i pasti sono sempre molto graditi – afferma la presidente della Caritas di Savignano sul Rubicone Elena Battistini -. Ringrazio tutti i volontari, una cinquantina, che alternandosi per coprire i turni rendono possibile tutto questo, Unica Reti ha fornito un secondo erogatore di acqua e il Comune di Savignano che recentemente ha messo a disposizione un fondo per la copertura delle spese di pulizia”.

“Per noi è una grande soddisfazione e un grande orgoglio vedere un servizio come il refettorio solidale che sta mettendo radici e sta crescendo e facendo crescere la nostra comunità – afferma il Vicesindaco Nicola Dellapasqua -. Per noi questo servizio non solo va incontro a una necessità di tante persone che ne hanno bisogno, ma è anche un modello dal punto di vista della collaborazione tra servizio sociali e terzo settore, in questo caso Caritas del Rubicone e Parrocchia. Credo che sia la modalità con cui potremo costruire i servizi sociali del futuro”.

Lo sportello di ascolto Caritas di Savignano è aperto presso la sede, nel cortile della parrocchia, il sabato dalle 10 alle 12. Contatti: cell. 347 5376661 oppure 334 694 4449.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui