Il “Porretta soul festival” mette in campo Stan Mosley

Sarà Stan Mosley l’ospite d’onore dell’edizione invernale del Porretta Soul Festival 2021. L’artista Bobby Rush, di cui era stata annunciata la presenza, è stato fermato purtroppo dalla pandemia ma sarà presente Vasti Jackson, suo storico collaboratore. Porretta li celebra con un gigantesco murale alto 13 metri, che va ad aggiungersi agli altri 12 dipinti per le strade che stanno trasformando la cittadina in una galleria d’arte all’aria aperta con i volti del Soul.

Sul palco della ‘winter edition’, al cinema Kursal di Alto Reno Terme anche Curtis Salgado, mentore di John Belushi e Mitch Woods & His Rocket 88’s (piano boogie-woogie), che si tratterranno a Porretta anche per il concerto di Capodanno.

Saranno due le band residentiAnthony Paule Soul Orchestra special guest Terrie Odabi e Allan Harris “Kate’s Soulfood”, in collaborazione con Umbria Jazz Winter.

Non mancheranno i musicisti italiani come i Distretto 51 & The Capric Horns, formazione varesina con Roberto Maroni all’organo Hammond che torna a Porretta dopo 10 anni, e Barbara Cola che si esibirà la sera del 27 dicembre.

I concerti principali si terranno al Cinema Teatro Kursaal ma Porretta si trasformerà come sempre in una sorta di piccola Memphis, con performance musicali negli alberghi e nei club.

E’ inoltre prevista la presentazione del nuovo libro di Antonio Bacciocchi “Soul” (Ed. Diarkos – Rusconi) e la proiezione del film di Giorgio Verdelli e Graziano Uliani intitolato “Le Strade dell’Anima”.

Il programma della manifestazione sul sito del festival

Prevendite su http://www.vivaticket.it

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui