Il papa accetta le dimissioni del vescovo di Rimini ma lo lascia in servizio in attesa del sostituto

Passaggio di testimone in vista alla guida della diocesi di Rimini. Come previsto dal Codice di Diritto canonico, il vescovo, monsignor Francesco Lambiasi, in previsione dei suoi 75 anni, nei mesi scorsi ha infatti rassegnato le sue dimissioni a Papa Francesco. E la Nunziatura apostolica in una prima risposta le accoglie, confermando allo stesso tempo la fiducia al pastore della Chiesa riminese.
Lambiasi era entrato in Diocesi il 15 settembre 2007. Il Santo Padre, dunque, spiega la Curia, ha accettato le dimissioni con la formula “nunc pro tunc”, ora per allora, come precisato nelle lettera di risposta dal Nunzio apostolico, monsignore Emil Paul Tscherrig. “Pertanto è desiderio del Pontefice che lei possa rimanere alla guida della Sede di cui è ordinario fino alla nomina del successore”, si legge nella missiva. La rinuncia quindi è stata accettata, ma il servizio pastorale è confermato: Lambiasi rimane alla guida pastorale della Diocesi fino all’arrivo del successore. E si impegna a “fare in modo che il cammino della Diocesi non rallenti, ma si intensifichi, perché il nuovo pastore possa trovare una Chiesa che non solo non sarà andata in automatico, ma avrà accelerato il passo verso la meta di ieri, di oggi, di sempre: quella di una comunità cristiana, che non si stanca di annunciare e di attendere la venuta del Signore Gesù per la vita del mondo”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui