Il nuovo Al Jarreau a Crossroads

Il festival jazz regionale Crossroads porta alla sala del Carmine di Massalombarda questa sera alle 21.00 un giovanissimo grande artista, di cui sentiremo sicuramente parlare per molti anni, perché Michael Mayo è una delle star emergenti della musica afroamericana, che piace a tutti.

Il cantante californiano, i cui genitori hanno frequentato palchi e sale d’incisione dei più grandi nomi della musica nera anni Settanta e Ottanta, ha appena debuttato con l’album “Bones”, ma ha già addosso gli occhi di pubblico e critica americana.

Impossibile non paragonarlo al grandissimo Al Jarreau per la sua incredibile tecnica, che ha portato agli estremi usando sovraincisoni che moltiplicano la sua voce fino a 250 volte (nel brano “Stolen moments”), ma il pubblico lo apprezza perché, nonostante contenuti tecnici elevatissimi, i suoi brani sono vicini a pop, soul, hip hop, e a tutti i generi afroamericani più commerciali.

A Massalombarda sarà in prima italiana assoluta, con un trio tutto americano.

Il festival itinerante Crossroads è organizzato da Jazz Network e dall’assessorato alla Cultura della Regione Emilia-Romagna.

www.crossroads-it.org

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui