Il Meeting di Rimini cerca nuovi talenti grazie al Mei di Faenza

“Una passione per l’uomo”, titolo della prossima edizione del Meeting per l’Amicizia fra i Popoli (Quartiere fieristico, 20-25 agosto), sarà anche il filo che guiderò la seconda edizione del talent musicale “Meeting Mei Contest”.
Dopo lo straordinario successo della prima edizione, con oltre 150 iscritti partecipanti alla selezione, e il primo posto assegnato al cantautore Mattia Stifanelli che grazie alla vittoria, ha inciso il suo primo album, torna quindi il concorso dedicato alla canzone d’autore, ideato e prodotto da Meeting Rimini e da Mei-Meeting delle Etichette indipendenti di Faenza.
La fase finale della manifestazione è stata presentata ieri al Mier da Emmanuele Forlani, direttore del Meeting, dal responsabile degli spettacoli Otello Cenci e da Giordano Sangiorgi, ideatore e patron del Mei.
«L’intento – ha sottolineato Cenci – è dare ai giovani la possibilità di testare la loro passione e il loro talento sia pur con le difficoltà intervenute degli ultimi due anni e di questo momento post pandemia. Saranno chiamati a presentare due brani: una cover e un brano originale che affronti il tema del Meeting 2022 “Una passione per l’uomo”. Gli 8 semifinalisti prescelti si esibiranno sul palco spettacoli Piscine Ovest della Fiera di Rimini il 21 e 22 agosto. La finale, presentata da Lorenzo Baglioni, si svolgerà il 24 agosto e vedrà la proclamazione del prescelto dalla giuria d’onore formata anche da Grazia Di Michele e da Hu, che si esibiranno anche dal vivo, nonchè da altri rappresentanti del settore discografico e musicale».
Sarà ospite delle serate anche la cantante ucraina Izabel Shachslyvets.
Questi i nomi dei selezionati: Lamarea, Margò, Nartico, Sgrò per la semffinale del 21 agosto; Mattia, Siriana, La Cherie, Vima, per quella del 22.
«Tengo particolarmente a questa presentazione – ha detto Giordano Sangiorgi – per sottolineare cbe non tutti i festival o le kermesse puntano sui giovani emergenti, anziché su nomi di cartello e costosi, che schiacciano i giovani talenti. Ci troviamo per il secondo anno di fronte a una generazione “Z” del pop italiano. Non ci sono solo il trap o il pop rock. Una partecipazione generazionale che pensiamo debba far assurgere questo contest ad un ancora maggiore interesse nazionale e da parte degli enti pubblici. Il Contest serve proprio a portare a galla i più rilevanti, ma anche a mostrare la vitalità di un nuovo movimento musicale e a dare spazio alle realtà più giovani e giovanissime». Al vincitore andranno una borsa di studio artistica presso Music Academy di Rimini, la registrazione per una settimana lavorativa presso il Lotostudio di Ravenna per la registrazione del proprio progetto musicale, la stampa del cd a cura di Mei con distribuzione digitale MeiDigital e promo radio a cura dell’Ufficio stampa L’Altoparlante on promo radio. Si esibirà inoltre dal vivo nel corso della prossima edizione del Mei di Faenza in programma dal 30 settembre al 2 ottobre.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui