Cesenatico. Il male incurabile si unisce al Covid: morto 36enne. Il suo saluto su Facebook

«Ho vissuto una vita a cento all’ora. Con le mie regole ho ottenuto tutto quello che volevo… Sono stato amato ed odiato per questo, ma alla fine ho voluto sempre bene a tutti». Ha voluto queste parole sul suo profilo Facebook assieme alla data ed all’ora del decesso Michel Capretto, 36 anni appena, la cui morte ha gettato nello sconforto e nel cordoglio più profondi le centinaia e centinaia di persone che lo conoscono, a Cesenatico e non solo.

Grafico, sportivo, in un passato non lontano diventato anche volto noto grazie alla Tv per la sua simpatica partecipazione alla trasmissione Mediaset “Ciao Darwin”, Capretto è morto ricoverato in uno dei reparti Covid dell’ospedale Maurizio Bufalini di Cesena. Non una morte “inattesa” la sua tra i tanti che bene lo conoscevano, ed il coronavirus in realtà c’entra poco. Era da qualche tempo gravato da una patologie di quelle che non ti lasciano scampo, contro la quale stava tenacemente combattendo. L’infezione da Covid-19 sopraggiunta ultimamente è arrivata su un fisico che era già fiaccato dal male, in una esistenza che, secondo quelle che in passato erano state inappellabili previsioni dei medici, era già andata anche oltre i termini che il male che lo aveva aggredito sembravano concedergli. Centinaia i messaggi di dolore ed amicizia profonda che sui social hanno rimbalzato sin dalla giornata di venerdì. Il funerale è stato organizzato per la giornata di domani. Michel Capretto, che lascia i genitori Cinzia e Luigi, la sorella Clelia, la fidanzata Sara ed i nonni Anna e Ardito, sarà tumulato al cimitero di Cesenatico dopo la messa funebre di domani alle 14.30. In suo ricordo saranno per chi vorrà raccolte offerte da destinare all’Irst di Meldola.

Il coronavirus ha segnato un’altra giornata di numeri alti nella pandemia del cesenate. I resoconti Ausl hanno evidenziato a statistica tra i decessi degli infettati oltre a quello del 36enne di Cesenatico la morte di una donna cesenate di 80 anni al Bufalini e quella di un savignanese 90enne che era invece ricoverato al Morgagni di Forlì. Sono stati 129 i nuovi positivi al tampone dei 15 comuni del cesenate. Oltre la metà derivanti da tracciamenti d casi già noti della malattia. Alto anche il numero di tamponi negativi con i quali sono state dichiarate uscite dalla malattia bel 160 persone.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui