Il M5s pronto a sostenere Gloria Lisi sindaco

Un vero e proprio colpo di scena che cambia le carte in tavola in vista delle amministrative di ottobre. Il Movimento 5 stelle ha avviato un confronto politico con Gloria Lisi con l’obiettivo di sostenere la sua candidatura a sindaco. Non è ancora possibile esibire il marchio dell’ufficialità perché i grillini hanno una scadenza importante il 3 agosto, quando Giuseppe Conte sarà indicato “capo politico” e quindi toccherà a lui autorizzare alleanze e candidati.

Ieri sera il Movimento 5 stelle ha incontrato Gloria Lisi e al di là di tutto pare ci sia ampia convergenza programmatica. L’ex vice sindaca porta in dote le tematiche relative a persona, sociale, sanità, mentre il Movimento assicura sensibilità su ambiente, transizione ecologica.

Nessuno si nasconde che un ruolo nella scelta che verrà l’abbia avuta la vicenda cattolichina, dove il Pd ha deciso di non sostenere Mariano Gennari. Decisione che ha subito alzato muri a Rimini.

Cosa è successo nelle ultime settimane è storia nota: la Lisi ha spezzato il legame con il candidato sindaco del centro sinistra Jamil Sadegholvaad dopo il patto di ferro interno al Pd che ha portato pace con Emma Petitti generando il tandem con Chiara Bellini, destinata alla carica di vice sindaca in caso di vittoria. Alla luce di tutto ciò Gloria Lisi a bordo di una nave, in mezzo all’Adriatico, ha annunciato la nascita di una propria lista (poi diventate tre) e la sua candidatura nell’area del centro sinistra.

Il Movimento 5 stelle aveva chiesto al Pd di uscire dalla logica delle contrapposizioni (fra Petitti e Sadegholvaad) e di orientarsi verso un terzo nome. Proposta interpretata come una ingerenza. Giusto venerdì mattina, a proposito di alleanza con i 5 stelle, Sadegholvaad ha detto: «È un dialogo che non è mai partito».

A questo punto si capisce come mai. Ieri sera un nutrito gruppo di persone del Movimento, fra cui il senatore Marco Croatti e il sindaco di Cattolica, Mariano Gennari, oltre ad alcune persone pronte a candidarsi per entrare in consiglio comunale, hanno incontrato Gloria Lisi per un confronto aperto. Alla fine è arrivato il “semaforo verde”, ma per l’ufficialità si attende il via libera di Conte, dopo il 3 agosto. A questo punto appare chiaro che in caso di ballottaggio, il ruolo dell’ex vice sindaca assumerà un peso fondamentale nell’esito della competizione elettorale.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui