“Il latino per gioco insegnato ai bambini”: a Forlimpopoli un progetto unico in Italia

Un’idea nata da un corso di formazione ma anche da tanta passione per il latino, e da una grande fiducia nella sua attualità come lingua di mediazione. È così che oggi, 10 dicembre, la Sala del Consiglio comunale di Forlimpopoli ospita dalle 16 “Ludo”, un corso-gioco-laboratorio incentrato sulla lingua di Cesare, ideato da Carlotta Bendi, docente della disciplina nella scuola media superiore. «È un’iniziativa unica in Italia – commenta Carlotta Bendi che la realizza in collaborazione con il Museo archeologico di Forlimpopoli – perché si rivolge a bambini dai 6 ai 10 anni utilizzando rispetto al consueto insegnamento del latino, le modalità del tutto innovative suggerite dal linguista danese Hans Henning Ørberg. Da anni utilizzo il suo metodo nelle mie classi, e ne stiamo avendo ottimi risultati e grandi soddisfazioni».

Carlotta Bendi

Cosa c’è di davvero nuovo, e perché si può proporre il metodo Ørberg anche ai bambini? «L’idea è avvicinarli al latino come se si trattasse di una lingua moderna, con un frasario minimo con cui presentarsi e salutare, facendo “latinizzare” il proprio nome con le tre componenti del nome latino, per poi arrivare anche a scriverle su una piccola epigrafe. Visto il periodo, poi, si conclude con una canzoncina natalizia…». In latino, ovviamente. «Certo. Con questo metodo, che non a caso è denominato “naturale”, si ovvia alla fatica e anche alla noia di iniziare dalla grammatica e si rendono i ragazzi autonomi, non tanto di tradurre cose già scritte ma di produrre brevi frasi». Niente “rosa, rosae”, quindi. «Non proprio, ma l’elaborazione grammaticale segue, non precede: e questo a scuola sta dando ottimi risultati». Ci sono molte adesioni? «La prenotazione non è obbligatoria, ma l’interesse c’è, e diverse persone hanno telefonato per sapere qualcosa di più».

Pensate a un seguito? «Oggi si terrà il primo incontro. Vaglieremo in quel momento il livello, l’interesse e anche l’età dei partecipanti. Ma nulla toglie che ne nasca un vero corso, che dal lavoro sul lessico, sul frasario e sulla canzoncina si addentri ulteriormente in questo metodo. Del resto, lo ripeto, mentre all’estero ci sono molte esperienze simili, in Italia questa sarà una giornata-pilota, che potrebbe portare tanti e inaspettati sviluppi». Informazioni: promozione@comune.forlimpopoli.fc.it.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui