Il Fellini di Annamaria Gradara in cineteca

Domani, venerdì 15 ottobre alle ore 17.30, alla sala della Cineteca di Rimini, terzo appuntamento della rassegna “Fellini in stampa” con la presentazione del libro di Annamaria Gradara “Almanacco Fellini” (Edizioni Sabinae, 2021).

Un libro che illumina, accanto al maestro, profili di autori e maestranze che hanno fatto parte della sua “bottega”: gli sceneggiatori al gran completo (Pinelli, Flaiano, Rondi, Zapponi, Guerra), il compositore e amico Nino Rota, i pittori e ritrattisti Rinaldo, Giuliano e Antonello Geleng, il re del Carnevale Arnaldo Galli e quello dei costumi Piero Tosi, che Fellini riuscì a sottrarre, anche se per poco, alla “corte” dell’arciavversario Luchino Visconti. Un ventaglio di ritratti e interviste fatto anche di voci e volti femminili: Sandra Milo, Adriana Asti (voce della Gradisca di Amarcord), l’ex diva Caterina Boratto, Anna Magnani, Franca Valeri, Mina e Meri Lao, la musicologa femminista, esperta di sirene, che collaborò a La città delle donne. Una navigazione che tocca anche il mondo dei fumetti, i sogni e le figure di padri, maestri e fratelli in spirito di Fellini: il mago torinese Gustavo Rol, lo psicoanalista Ernst Bernhard, e poi Simenon, Bergman, Picasso, Kafka, Arbasino, Aldo Fabrizi e Roberto Rossellini. Condurrà l’incontro la scrittrice e autrice televisiva Lia Celi.

Gradara è giornalista professionista. Laureata in Filosofia, con un master in Letteratura comparata all’Ucl (Londra), nel 1999 ha intrapreso la strada del giornalismo lavorando alla Voce di Romagna e in seguito al Nuovo quotidiano di Rimini. Ha collaborato con Il Sole 24 ore e Il Corriere Adriatico. Dal 2014 esercita la professione giornalistica anche in veste di addetta stampa. Collabora stabilmente da un paio di anni con il quotidiano Corriere Romagna scrivendo prevalentemente di cinema e di Federico Fellini.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui