Il faentino Danilo Misirocchi confermato presidente di Cia Romagna

Il faentino Danilo Misirocchi confermato all’unanimità presidente di Cia Romagna per i prossimi quattro anni.  “Stiamo affrontando un momento storico particolare. In questo contesto difficile serve un’organizzazione forte che ci rappresenti. Dobbiamo tenere presente la nostra azienda, ma abbiamo il dovere di spingerci oltre i suoi confini e di rappresentarci poiché dove non siamo noi, altri decidono per noi”. L’assemblea dei delegati di Cia Romagna ha confermato il faentino Danilo Misirocchi presidente della confederazione anche per il prossimo quadriennio. Già presidente pro-tempore di Cia Romagna dalla sua fondazione a fine 2017  – attraverso la fusione delle Cia provinciali di Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini – Misirocchi era stato eletto alla carica di presidente nel 2018 ed è ora al secondo mandato

“Stiamo affrontando un momento storico particolare – ha affermato Misirocchi nella propria relazione – stiamo facendo i conti con una pandemia mondiale, le conseguenze economiche che questa comporta e comporterà, le tensioni internazionali che stiamo vivendo, i cambiamenti climatici che stiamo subendo, una nuova PAC che sta partendo. In questo contesto difficile serve un’organizzazione forte che ci rappresenti. La Cia Romagna, quale componente importante del sistema Cia, cercherà di dare il proprio contributo partendo dal territorio in quanto questo è il punto di partenza e di arrivo di tutta l’attività politica e dei servizi”.

-- 

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui