Il Coni regionale: «Lo sport è in sofferenza»

Il calcio di Eccellenza sarà sostanzialmente l’ultimo a ripartire, dopo mesi di riflessione. Il rugby ha tirato giù le serrande da tempo. Basket e volley, quest’ultimo con discutibili aggiustamenti in corsa, stanno provando a concludere una stagione il più dignitosamente possibile. L’effetto pandemia per gli sport di squadra si è sentito eccome e in una speciale classifica pubblicata dal Sole 24 Ore sulle province più colpite dal ridimensionamento dei vari campionati, troviamo Ravenna al 19° posto, Forlì-Cesena al 31° e Rimini al 40°: «La situazione delle società sportive non è affatto facile – commenta il nuovo presidente regionale del Coni, Andrea Dondi – perché si accavallano problemi economici e organizzativi. Gli impianti, specie quelli di proprietà comunale, sono soggetti a mille vincoli e diventa complicato averne l’accesso e se poi la nostra analisi si sposta al mondo delle palestre, allora il quadro diventa ancora più fosco. L’iniziativa privata viene messa a dura prova di sopravvivenza e tutte le discipline, sia quelle di squadra sia le individuali, sono in sofferenza». Oggi il Coni regionale, insieme alla Cna di Modena, organizza online dalle 18 alle 19 un seminario gratuito dal titolo “Ad un anno dalla pandemia, gli aiuti economici per il mondo dello sport”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui