Il Comune rinuncia a 1,6 milioni di utili da Sogliano Ambiente

Il Comune di Sogliano rinuncia a 1,6 milioni di euro di dividendi da Sogliano ambiente per sostenere la ricostruzione dell’impianto di cernita e valorizzazione distrutto a marzo da un incendio. A comunicare la decisione è la sindaca Tania Bocchini che venerdì ha partecipato con la giunta e i consiglieri Alessandro Chella e Francesco Suzzi, a una visita agli impianti di Sogliano Ambiente con il presidente Odo Rocchi e il direttore generale Giovanni Giannini.

«Come amministratori rappresentiamo il socio di maggioranza con l’80% delle azioni – sottolinea la sindaca Tania Bocchini – è importante per noi conoscere a fondo la società per prendere le giuste decisioni. Per questo ci siamo recati in visita agli impianti della Sogliano Ambiente nel polo integrato di Ginestreto. Negli anni l’azienda ha saputo sviluppare nuove tecnologie e lavora per gestire i rifiuti come risorse in grado di produrre energia e sfruttare al massimo scarti e prodotti». «L’impianto di cernita e valorizzazione invece è andato distrutto nell’incendio dello scorso marzo – prosegue la sindaca – attualmente l’area è stata completamente bonificata e sono pronte le pratiche edilizie per la ricostruzione, di cui è prevista la conclusione già dalla primavera del 2023. In un solo anno contiamo di riattivare l’impianto che trattava 40mila tonnellate di rifiuti attraverso una cernita meccanica e manuale separando carta, cartone, legno, plastica, metallo, vetro. Un risultato che sarà possibile grazie al grande lavoro che stanno facendo tutti i dipendenti della società, una parte dei quali ospitati nell’impianto Raee di Ponte Uso».

«A causa degli impegni gravosi che la società sta affrontando nel ricostruire l’impianto danneggiato e per mantenere gli oneri contrattuali con i clienti – sottolinea Bocchini – abbiamo deciso in assemblea dei soci di non compartecipare alla ripartizione dell’utile derivante dalla gestione della società per l’esercizio 2021. Nel bilancio di previsione 2022/2024 del Comune di Sogliano avevamo previsto come entrata da dividendo 1.600.000 euro che invece rimarranno a disposizione di Sogliano Ambiente. Da diversi anni non succedeva che il Comune di Sogliano rinunciasse alla divisione gli utili, è una decisione che va nella direzione di essere a fianco all’azienda e ai lavoratori per ripartire al più presto con l’impianto di cernita, non perdere posti di lavoro e per continuare ad avere la piena capacità di investimento su altri importanti progetti».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui