Il Comune di Mercato Saraceno diventa città del vino

Il Comune di Mercato Saraceno festeggia il traguardo raggiunto e lo annuncia in una nota. La domanda è stata accolta dall’Associazione Nazionale Città del Vino: dopo mesi di lavoro è diventato città del vino.
Vini di qualità, unici come il Famoso, capaci di emozionare e raccontare il territorio in cui vengono prodotti. Sono quelli di Mercato Saraceno entrato a far parte della prestigiosa Associazione, fondata a Siena nel 1987, che si occupa in Italia e in Europa della valorizzazione dei territori a vocazione vinicola, e che conta circa 470 soci in Italia e 3 in Romagna (Mercato Saraceno, Bertinoro, San Clemente).
Con i suoi 80 ettari di vigneti e con la produzione di Sangiovese Doc, Trebbiano e Cabernet Sauvignon Doc e Famoso, vitigno autoctono conservato nel territorio, le Aziende di Mercato Saraceno stanno facendo un grande lavoro di qualità adottando tecniche di vinificazione all’avanguardia con risultati straordinari, che stanno producendo tanti riconoscimenti a livello nazionale ed internazionale. Sempre nell’ottica di valorizzazione della enogastronomia locale, dal Natale 2021 le Cantine, in collaborazione con i forni e pasticcerie, hanno dato vita al Panettone al Famoso che è stato venduto in tutt’Europa.
L’obiettivo dell’Associazione Città del vino è quello di aiutare i Comuni a sviluppare intorno al vino, ai prodotti locali ed enogastronomici, tutte quelle attività e quei progetti che permettono una migliore qualità della vita, uno sviluppo sostenibile, più opportunità di lavoro. Un esempio concreto è l’impegno per lo sviluppo del turismo del vino, che coniuga qualità dei paesaggi e ambienti ben conservati, qualità del vino e dei prodotti tipici, qualità dell’offerta diffusa nel territorio ad opera delle cantine e degli operatori del settore.

Il turismo rurale nelle Città del Vino è in crescita costante. Con circa 3 miliardi di euro di fatturato stimati e circa 15 milioni di enoturisti (secondo i rapporti annuali dell’Osservatorio sul turismo del vino), l’enoturismo si pone al centro delle politiche di crescita locale. È una forma di turismo di esperienza che privilegia la sostenibilità, l’incontro con il territorio, e la conoscenza diretta dei suoi protagonisti: i vignaioli e la gente che qui lavora e vive.

La soddisfazione del sindaco


Queste le parole del sindaco, Monica Rossi: “Ogni territorio, città o paese, ha delle specifiche peculiarità; noi a Mercato Saraceno volevamo dare il giusto valore ai nostri prestigiosi vitigni. Il nome della nostra città sta comparendo su riviste specializzate internazionali grazie alle nostre cantine, per cui anche come amministrazione comunale abbiamo ritenuto opportuno valorizzarle ulteriormente associandoci alla Città del Vino.
È in cantiere un grande evento pubblico, per festeggiare questo traguardo, che realizzeremo in collaborazione con le cantine; oltre la cerimonia della consegna della bandiera da parte del referente regionale della Città del Vino ci sarà un momento pubblico di degustazione e festa.”

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui