Il comune di Coriano è diventato città

Con una cerimonia sobria, ma significativa, è stato il Prefetto Forlenza a consegnare al sindaco Domenica Spinelli il Decreto con il quale il Presidente della Repubblica ha concesso al Comune di Coriano di potersi fregiare del titolo di Città.

Un iter partito nel marzo dello scorso anno, allorquando il Consiglio Comunale del Comune “Balcone dell’Adriatico” ha deliberato di richiedere la concessione di tale titolo, attivando di fatto l’articolato procedimento che è stato integralmente curato dalla Prefettura, al fine di stabilire se ne sussistessero presupposti e requisiti.

Istruttoria mediante la quale la Prefettura ha analizzato profili storici, economici, sociali e culturali e che si è conclusa con il parere favorevole espresso dal Prefetto, richiamato nel Decreto presidenziale di concessione.

Un vero e proprio percorso descrittivo delle peculiarità del territorio in esame, attraverso un excursus storico condotto con sintesi partita dalle antichissime origini fino alla trattazione dei nostri giorni, per i quali la Comunità di San Patrignano, nota a livello nazionale per il recupero dei tossicodipendenti e quella socio-assistenziale di Montetauro, che ha peculiarità singolari come il rapporto numericamente paritario tra assistito e assistente, assumono certamente rilievo sul fronte dell’attenzione ai bisogni delle persone.

Naturalmente non sono state trascurate anche le realtà a vocazione turistica, imprenditoriale e culturale, a partire dal marchio “Terre di Coriano”, passando per le circa mille imprese che innervano il tessuto economico – occupazionale e per il mondo dello sport, la cui diffusione viene favorita a livello popolare di “sport praticato”, in un territorio in cui si staglia sempre con nettezza la figura mai dimenticata di Marco Simoncelli.

“Piena soddisfazione” è stata espressa dal sindaco Domenica Spinelli, che valuta il risultato conseguito “una degna chiusura dei due mandati amministrativi e un importantissimo obiettivo raggiunto per Coriano”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui