Il cesenate medio? Ha 45 anni o giù di lì

Dopo aver indagato l’andamento delle nascite nel corso del 2021, il Servizio di Statistica Associato rende noti i dati demografici che hanno caratterizzato l’ultimo anno e particolarmente incentrati sull’età media della popolazione cesenate. In media i cesenati hanno 45,3 anni (a livello nazionale la media è leggermente superiore e corrisponde a 45,9 anni). L’invecchiamento della popolazione è influenzato da molteplici fattori che comprendono i livelli di mortalità, di fecondità, i servizi per la salute e gli stili di vita degli individui. Fattori che non smettono di far sentire la loro azione anche in Italia e che, a ritmo lento ma regolare, mutano progressivamente il profilo per età della popolazione.

Al 1° gennaio 2021, il 25,5% della popolazione ha un’età compiuta superiore o uguale ai 65 anni, il 62,5% ha età compresa tra 15 e 64 anni mentre solo il 12% ha meno di 15 anni. Rispetto a 10 anni fa le distanze tra le classi di età più rappresentative si sono ulteriormente allungate. Le persone che sono da ritenersi in età di pensionamento hanno cumulato 2,6 punti percentuali in più rispetto al 2010 mentre, al contrario, le persone prevalentemente in condizione attiva o formativa sono rispettivamente scese di 1,8 e 0,8 punti percentuali.

Over 65 

A Cesena la popolazione con 65 anni ed oltre è il 25,5% del totale, mentre quella con 75 anni ed oltre raggiunge il 13,7%. I dati del nostro Comune relativi alla fine del 2021 ci mostrano un indice di vecchiaia già ampiamente superiore a quello nazionale (182,6): a Cesena ogni 100 giovani che si apprestano ad entrare nel mondo del lavoro vi sono ben 213 persone che ne escono. Definire anziano chi ha superato i 65 anni di età è un’operazione convenzionale e utile a fini statistici. Tanti 65enni oggi, grazie al benessere generale, vivono nel pieno delle loro forze, spesso ben inseriti nella realtà quotidiana, del lavoro e della famiglia, tanto che la loro esperienza è di fondamentale sostegno allo sviluppo della collettività. Da qui l’esigenza di approfondire e monitorare l’evoluzione del fenomeno inserendo nuove elaborazioni sui “grandi anziani” con 75 anni ed oltre.

L’elaborazione, proposta già da alcuni anni, ci mostra i grandi anziani nei 12 quartieri di Cesena che passano in dodici mesi da 13.163 a 13.326 con un aumento dell’1,24%. Si confermano ai primi 4 posti i quartieri: Oltre Savio (2.717), Cervese Sud (1.896), Centro Urbano (1.727) e Fiorenzuola (1.528). Con l’aumentare dell’età sale anche il rapporto fra vedovi e vedove: queste ultime superano di 4,7 volte i vedovi (4.335 vedove contro soli 922 vedovi).

Grandi anziani 

Qualche decennio fa vivere fino a 100 anni sembrava un traguardo quasi impossibile da raggiungere. Oggi, invece, in Italia il numero dei centenari è davvero alto. Sono 40 (+ 8 unità rispetto all’anno precedente) i cittadini cesenati che al 31 dicembre avevano raggiunto e superato la soglia dei cento anni d’età, di questi 7 maschi e 33 femmine. Questo piccolo esercito è composto per intero da cittadini italiani e 32 di essi sono nati in un comune della provincia di Forlì-Cesena. Nella loro condizione di stato civile prevale ovviamente la vedovanza (36), per 4 cittadini lo stato civile è “celibe/nubile”. Ben 36 sono all’interno del proprio nucleo famigliare e 30 di questi sono intestatari di foglio di famiglia, mentre 4 sono ospiti di una convivenza.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui