Il campo dei miracoli di Pinocchio rinasce sulle colline di Cesena

Pinocchio è rinato in un Campo dei Miracoli sulle colline di Borello. Ma questa volta non ha un solo padre ma due. Oltre a Geppetto, c’è Renzo Zignani, personaggio più unico che raro che per per il suo ottantesimo compleanno, che festeggerà domani, ha deciso di regalarsi, ma soprattutto di regalare all’intera comunità, un parco tematico capace di lasciare a bocca aperta grandi e piccini.

Lavoro di mesi

Ci ha lavorato per parecchi mesi, investendo tante energie e soldi per trasformare in un angolo magico, ispirato alla famosa favola di Collodi, la collina di sua proprietà che sovrasta la casa dove vive, in via Paternò 110. L’ha via via popolata di capolavori artigianali realizzati da Rino Florido e di altre figure: non solo i personaggi di quell’intramontabile mondo della fantasia, da quelli più famosi come il Gatto e la Volpe, splendidamente riprodotti in una scultura di legno, a quelli meno noti come il serpente che Pinocchio incontra sulla strada dopo essere uscito di prigione, ma anche casette, come quelle di Geppetto e di Mastro Ciliegia.

Mondo di fantasia

E poi pannelli su cui si possono leggere brani della favola o si possono ammirare locandine di film e copertine di libri che raccontano le peripezie della marionetta di legno. Non potevano ovviamente mancare l’albero degli zecchini d’oro e ambientazioni caratteristiche come la Locanda del Gambero rosso. Infine, la ciliegina sulla torta: una serie di dipinti di grandi dimensioni che Zignani ha commissionato a 7 artisti del territorio. Gianluca Bosello, Simona Esse, Denis Medri, Stefano Natali, Giancarlo Romagnoli, Gianluigi Romboli e Patrizio Virzì sono stati chiamati ciascuno a dipingere scene salienti della storia di Pinocchio e sono riusciti a dare vita a un vero museo a cielo aperto, formato da 9 pannelli di stili differenti, tutti di grande qualità. Una suggestiva illuminazione consente di frequentare anche dopo il tramonto questo spazio da sogno.

Concerto inaugurale gratis

Il parco, che sorge in una posizione panoramica che già di per sé è uno spettacolo, è stato anche munito di un grande palco per spettacoli all’aperto. Ed è qui che sabato prossimo, alle 20.45, i Bevano Est si esibiranno in un concerto inaugurale, a ingresso libero e gratuito.

Tutta l’operazione è stata fatta senza fini di lucro.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui