Il Basket Ravenna ospite all’Itis “Nullo Baldini” contro il bullismo – Gallery

Venerdì scorso il Basket Ravenna è stato ospite all’Itis “Nullo Baldini” per incontrare la classe 4AEI, che ha partecipato al concorso “Onesti, con lo sport stop al bullismo” con il cortometraggio “Smile” scritto, diretto e interpretato da loro. Tutto lo staff e i giocatori sono rimasti positivamente colpiti dal messaggio del video, tanto che il capo allenatore Alessandro Lotesoriere e il playmaker Austin Tilghman, insieme al Direttore Generale Giorgio Bottaro e al team manager Lorenzo Nicoletti, hanno voluto congratularsi di persona con la classe, prima della fine della scuola.
Il corto mostra come lo sport, nel caso specifico la pallacanestro, possa aiutare i giovani a superare spiacevoli situazioni che possono verificarsi durante la crescita. Un tema di profonda attualità cui è seguito un dialogo molto sentito insieme agli studenti, che hanno posto diverse domande agli ospiti sullo stretto legame tra i valori nello sport e i valori nella vita. La fiducia riposta in un passaggio, lo spirito di gruppo, il non arrendersi nelle difficoltà, fare sì che “la forza di coesione delle molecole diventi forza d’urto devastante”, per usare le parole di Marco Tosi Brandi, l’insegnante di scienze motorie che ha curato l’incontro nonché palma di bronzo del CONI per meriti sportivi, ex allenatore della nazionale maschile di pallamano, delegato tecnico per la federazione europea e internazionale con esperienza ventennale al servizio del comitato olimpico. 

“Mai arrendersi”: la raccomandazione di Tilghman


Particolarmente sensibile la storia del giocatore americano, piena di insegnamenti per i giovani che nel loro percorso di crescita non devono mai arrendersi, partendo da zero ma avendo obiettivi sempre crescenti. “Quando sono uscito dall’Università volevo solo giocare a pallacanestro, magari farlo diventare il mio lavoro, ma non ho ricevuto nessuna chiamata per un anno – ha raccontato Austin Tilghman – È stata dura, ringrazio mia madre che mi ha sempre sostenuto. Poi, è arrivata l’occasione di giocare in Portogallo. E ho scelto di indossare la canotta numero “zero”, che stava ad indicava zero proposte, zero squadre. Quel numero, che indosso in ogni partita, mi ricorda sempre che devo impegnarmi, sforzarmi di essere il miglior giocatore e la miglior persona possibile per dimostrare il mio valore e che ce la posso fare. È un numero molto speciale per me”. Il Dirigente Scolastico Antonio Grimaldi nel salutare gli ospiti, ha confermato che l’iniziativa vedrà ulteriori sviluppi con il nuovo anno scolastico, con un legame e un coinvolgimento ancora più stretto tra la società sportiva e la scuola.

Il cortometraggio “SMILE“, il video della classe 4AEI (clicca qui per vederlo) sta partecipando al concorso ”Onesti, con lo sport stop al bullismo”.
I migliori lavori, scelti dalla Commissione, saranno invitati ad assistere ai campionati europei di nuoto ad agosto a Roma. 

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui