Alluvione Emilia-Romagna, come aiutare

VolontariatoInformazioni utili per fare volontariato suddivise per località:Bologna Area Metropolitana:https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSfiEeIGSpfooB-cAJIaoI-K_aAp9W_wwhwKzFwL8EyTT5mIVw/viewformCesena:https://www.volontarisos.it/user/index.phpCervia:https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSclceKT5KSnooMwYLyMyQO7mh080nIniirSc4ALJwU798FkCQ/viewformoppure chiamare al numero 3425211536 dalle ore 9.00 alle 18.30.Ravenna:Inviare un’email a vogliodareunamano@comune.ra.it lasciando nome, cognome, recapito telefonico e indicando quale tipo di aiuto puoi offrire.Imola:https://www.comune.imola.bo.it/argomenti/sicurezza-e-protezione-civile/emergenza-maltempo/come-aiutareForlì:Chiamare al numero 0543 712301...

Alluvione Emilia-Romagna, come aiutare

VolontariatoInformazioni utili per fare volontariato suddivise per località:Bologna Area Metropolitana:https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSfiEeIGSpfooB-cAJIaoI-K_aAp9W_wwhwKzFwL8EyTT5mIVw/viewformCesena:https://www.volontarisos.it/user/index.phpCervia:https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSclceKT5KSnooMwYLyMyQO7mh080nIniirSc4ALJwU798FkCQ/viewformoppure chiamare al numero 3425211536 dalle ore 9.00 alle 18.30.Ravenna:Inviare un’email a vogliodareunamano@comune.ra.it lasciando nome, cognome, recapito telefonico e indicando quale tipo di aiuto puoi offrire.Imola:https://www.comune.imola.bo.it/argomenti/sicurezza-e-protezione-civile/emergenza-maltempo/come-aiutareForlì:Chiamare al numero 0543 712301...

I social e gli odiatori. Il Comune di Ravenna: “Ragazzi, dateci una mano”

Il Comune di Ravenna cerca 30 giovani volontari interessati a contrastare il fenomeno dell’hate speech, l’incitazione all’odio attraverso il linguaggio. C’è tempo fino al 17 febbraio per presentare la domanda.

Il bando

È online un bando per la selezione di giovani interessati a svolgere esperienze di volontariato nell’ambito del progetto Fast Lisa, promosso dalle Politiche per l’immigrazione del Comune e degli enti aderenti, con l’obiettivo di mettere in campo azioni di contrasto dell’hate speech, un fenomeno purtroppo molto diffuso, anche a causa dei social media, che consiste nell’incitamento all’odio e all’intolleranza attraverso il linguaggio sia parlato che scritto (discorsi, post, immagini e commenti) verso gruppi o persone di determinate categorie, con il rischio di provocare reazioni violente a catena.

Si tratta quindi di una chiamata alla partecipazione attiva di 30 giovani tra i 18 e i 30 anni, con lo scopo di formare, assieme ad operatori esperti, una community di promozione attiva del contrasto al discorso d’odio e di narrativa alternativa su una o più specifiche forme di intolleranza a scelta degli ambasciatori, che possa mettere a punto un metodo di lavoro comune, nonché contenuti e format innovativi per l’ideazione e la gestione di laboratori, workshop e focus group.

I volontari e le volontarie selezionati opereranno infatti nell’ambito delle linee di azione individuate come prioritarie dal Comune e dall’Università di Bologna, diventando ambasciatori e ambasciatrici del progetto.

In tale veste si occuperanno, affiancati da esperti, di co-progettare e co-condurre varie tipologie di laboratori incentrati sul contrasto al discorso d’odio al fine di affrontare differenti forme di razzismo e intolleranze, promuovere differenti contro-narrative, sensibilizzare i diversi destinatari rispetto al tema della tolleranza, uguaglianza ed equità.

Il progetto è finanziato dalla Commissione europea e viene realizzato insieme ad un partenariato comprendente l’Università di Bologna, l’Università autonoma di Barcellona, l’Istituto per l’informatica applicata di Leipzig (Germania), Comune di Santa Coloma (Spagna), Pro Arbeit (Germania), Università degli studi di Urbino Carlo Bo, Tree Agency (Estonia).

Le ambasciatrici e gli ambasciatori selezionati saranno fruitori di una formazione specifica organizzata in collaborazione con l’Università di Bologna e l’Università degli studi di Urbino, per un totale di circa 12 ore e che si svolgerà presumibilmente dal 1° marzo al 15 aprile 2023.

La successiva fase di co-progettazione richiederà indicativamente un impegno di 8 ore. I laboratori, workshop e focus group si svolgeranno presumibilmente dal 16 aprile al 31 luglio 2023 per un totale di circa 24 ore.

Come candidarsi

Tra i requisiti, oltre all’età, sono richiesti la residenza o il domicilio anche temporaneo nel territorio di Ravenna e provincia.

La candidatura deve essere fatta esclusivamente via email a immigrazione.comune.ravenna@legalmail.it indicando nell’oggetto “MANIFESTAZIONE INTERESSE – progetto Fast Lisa” entro e non oltre venerdì 17 febbraio 2023.

Per ogni chiarimento e ulteriori informazioni sulla domanda e sugli allegati da presentare è possibile inviare una mail a danielagatta@comune.ravenna.it oppure collegarsi collegarsi alla pagina dove è pubblicato il bando  https://www.comune.ra.it/bandi/invito-a-manifestare-interesse-chiamata-alla-partecipazione-attiva-dei-giovani-sulla-promozione-di-azioni-di-contrasto-allhate-speech-progetto-fast-lisa/

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui