I sindaci di Cervia e Riccione e il nodo-sicurezza: “Rinforzi delle forze dell’ordine già in primavera”

Non ripetere più un’estate sofferta come quella appena vissuta da Milano Marittima e Riccione. E’ una missione che evidentenemte sta a cuore ai sindaci Massimo Medri (Cervia) e Renata Tosi (Riccione), che questa mattina hanno partecipato a una video conferenza che ha unito Romagna, Toscana, Veneto, con sindaci e assessori tra le più importanti località turistiche che decuplicano le presenze durante la stagione estiva. Da Riccione, Cervia, Forte dei Marmi, Viareggio, Camaiore, Isola d’Elba, Cavallino Treporti, Pietrasanta.

“Ci siamo confrontati – ha detto il sindaco di Riccione Renata Tosi – sulla necessità sentita da tutti di predisporre da parte Ministero dell’Interno una adeguata programmazione delle Forze dell’Ordine. Personale qualificato non inviato ad estate inoltrata ma a partire dalla primavera e numericamente sufficiente. Devo dire che è stato proficuo il confronto con il sindaco di Cavallino Treporti e presidente del G20 spiagge, Roberta Nesto, i sindaci di Cervia, Massimo Medri e di Forte dei Marmi, Bruno Murzi così come con tutti gli altri colleghi, perché abbiamo affrontato temi come la deroga dell’utilizzo dei fondi della imposta di soggiorno e le normative vigenti in merito all’assunzione stagionale di agenti di Polizia Locale. Faremo fronte comune per far sentire forte e chiara la nostra voce al Governo, siamo tra i più importanti comuni turistici italiani e l’intento è comune, come assodato questa mattina anche con il sindaco della vicina Cervia”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui