I nuovi rincari in bolletta: come risparmiare gas in casa

Con i rincari dell’energia quest’anno siamo tutti a stare un po’ più attenti a ridurre gli sprechi. Questa è una regola vera per la luce, ma è altrettanto necessaria per il gas. Si tratta di una voce estremamente importante sulla spesa delle famiglie, anche perché si stima che circa l’80% dei consumi energetici domestici (escludendo i trasporti) derivino proprio dal riscaldamento. Una temperatura non eccessivamente alta, va da sé, contribuisce al risparmio. Ma è utile sapere che un grado in meno porta a risparmiare circa il 7% di energia. Dunque, è consigliabile non superare mai la temperatura di 20 gradi negli ambienti più frequentati, come per esempio il soggiorno, e tenere nelle camere da letto anche un paio di gradi in meno. In questo senso sono di grande aiuto le valvole termostatiche nei termosifoni (obbligatorie nei condomini), che consentono di non superare la temperatura impostata per il riscaldamento degli ambienti.

A proposito di valvole termostatiche, è bene che siano state già posizionate: vanno messe al massimo nel periodo tra aprile e ottobre, quando le caldaie centrali sono spente, in quanto aiutano ad evitare problemi di pressione alla loro riattivazione. Inoltre, se l’abitazione è ben coibentata, non è necessario lasciare acceso il riscaldamento per troppe ore: anche durante lo spegnimento, il calore sarà mantenuto. Fra i buoni consigli, anche il frequente spurgo dei termosifoni (l’aria accumulata ne limita l’efficienza), la manutenzione periodica della caldaia e l’assenza di qualsiasi copertura dei caloriferi con tende, copritermosifone, arredi, e quant’altro, che possano limitare la circolazione di aria calda.

«Molti consigli per massimizzare il risparmio energetico sono a disposizione anche sulla guida ‘Sostegno Hera’, disponibile sia sul sito che presso gli sportelli clienti Hera – spiega Cristian Fabbri, direttore centrale mercato del Gruppo Hera e amministratore delegato di Hera Comm – Ma ‘Sostegno Hera’ è molto di più».

«Si tratta dell’hub informativo presso cui i nostri clienti possono trovare tutte le informazioni utili ad affrontare questo complesso momento – prosegue – Ad esempio, le modalità per richiedere pagamenti rateali, che abbiamo concesso nel 2021 già a circa 200 mila clienti e che allargheremo ulteriormente nel 2022. Oppure le istruzioni per accedere al Bonus Sociale, misura di contrasto alla povertà energetica che integra gli sconti già previsti dal Governo. A questo proposito, abbiamo tempestivamente predisposto il nostro sistema di fatturazione affinché le bollette in uscita recepiscano automaticamente gli interventi calmieranti del Governo, già con i consumi dell’ultimo trimestre 2021 e, a seguire, quelli dell’anno in corso».

Le disposizioni per il risparmio sono contenute anche in «Energie per il clima», il report che documenta l’impegno di Hera nella sfida al cambiamento climatico e le principali azioni svolte a perseguire la neutralità carbonio. L’obiettivo del Gruppo è ridurre del 37% le emissioni dei gas serra entro il 2030. Le azioni per ottimizzare le proprie emissioni dirette riguardano l’utilizzo di energia prodotta da fonti rinnovabili, che sarà il 100% entro il 2023 (83% nel 2020). Altre opportunità sono rivolte a famiglie e cittadini: per loro è disponibile il Diario dei Consumi, ideato in collaborazione con il Politecnico di Milano e ispirato ai principi dell’economia comportamentale; uno strumento gratuito che permette ai clienti di verificare e monitorare i propri consumi energetici per agire sui propri comportamenti, ottenendo maggiori risparmi in bolletta e un minor impatto sull’ambiente.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui