I nuovi laboratori Hera per le analisi ambientali

Tecnologie all’avanguardia per l’analisi di rifiuti solidi, fanghi, micro-inquinanti organici ed emissioni in atmosfera, 550 analisi al giorno e 1,5 milioni all’anno, 2.800 mq con decine di professionisti altamente specializzati al lavoro. È stato inaugurato a Ravenna un nuovo laboratorio Hera, strategica leva di sviluppo per tutto il comparto. Ce ne parla Chiara Lambertini, l’ingegnere ambientale responsabile gestione laboratori del Gruppo Hera.

Quali sono finalità e obiettivi di questo nuovo laboratorio?

«Partire dai numeri: in questo luogo saranno effettuate 550 analisi ogni giorno su campioni ambientali di rifiuti e aria. Sia per clienti interni al Gruppo che esterni, sempre in aumento. In generale il nostro approccio al lavoro nei laboratori rispetta l’obiettivo di mantenere alti livelli di specializzazione analitica. Per questo nei laboratori di Sasso Marconi (BO) ci occupiamo della qualità dell’acqua, mentre qui di analisi ambientali su rifiuti e aria, dalla bassa alla alta risoluzione. Questo ci consente di garantire massima competenza ed efficienza. Senza dimenticare che al centro del progetto di questi laboratori ci sono l’innovazione e l’impiego delle migliori tecnologie possibili per essere in grado di analizzare gli inquinanti presenti anche in ultra tracce, perché questo è un laboratorio di analisi progettato per rispondere alle prossime sfide: ovvero riuscire a vedere l’ultra piccolo dei campioni che i nostri clienti ci sottoporranno».

Che tipo di integrazione c’è con il territorio?

«Questo è un tessuto industriale molto rilevante e il nostro baricentro di analisi ambientali deve essere qui per dare un contributo apprezzabile, utile e sinergico a tutti gli operatori del settore dei trattamenti dei rifiuti e dell’ambiente, sia interni al nostro Gruppo che esterni privati. Abbiamo investito oltre 5 milioni di euro nella valorizzazione di un capannone degli anni 80, che oggi diventa un polo innovativo, il secondo dell’Emilia-Romagna, con l’impiego delle migliori pratiche anche in termini di efficienza energetica e sicurezza. Poi c’è la fiducia dei cittadini che vogliamo rispettare e alimentare: questo è un progetto che nasce con il Piano industriale del 2018 e che oggi diventa una realtà visibile e concreta, post pandemia. In generale la storia di Hera è caratterizzata dalla volontà di investire su persone e strutture, creando un Gruppo sempre più forte ed efficiente: quest’anno compiamo 20 anni e non c’è migliore modo di festeggiare se non continuare a lavorare in questo modo. Mettere in pratica quello che diciamo di fare».

Produrrà anche posti di lavoro in loco?

«In questi laboratori lavorano 40 professionisti tra tecnici specializzati nell’analisi, addetti ai prelievi e tecnici di supporto amministrativo e commerciale. Più in generale, investire su luoghi così all’avanguardia, può trasformarsi in una leva attrattiva per giovani talenti del territorio che scelgono carriere tecniche, specialistiche e qualificate».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui