I Nani di Giada: una fattoria in città

Giada Piraccini ha 24 anni, alle scuole superiori ha studiato agraria e ha sempre amato gli animali. Per questo, intraprendente e decisa, ha fondato la sua fattoria: un allevamento di animali nani e particolari e lo scorso anno ha aperto il cancello ad adulti e bambini, poco fuori Forlì.

«Essere una ragazza giovane ha sicuramente creato qualche ostacolo in più in un ambiente prevalentemente maschile – racconta Giada – Soprattutto all’inizio di questo percorso mi sono stati dati pareri e giudizi anche molto duri considerando che stavo creando una realtà “fuori dai classici schemi” come se i miei animali valessero meno di quelli da reddito solo perché venivano valorizzati come “pet”, sia che fosse un coniglio nano, sia che fosse una capretta.Non ho avuto contributi di alcun tipo in quanto la mia è stata classificata “azienda non convenzionale”. Ho fatto tutto con le mie forze e con quelle delle persone attorno a me che mi hanno aiutato».

Una fattoria a breve distanza dal centro. Come ti è venuto in mente?

«L’idea della fattoria aperta al pubblico non esisteva fino all’anno scorso, quando, dopo molte richieste, ho deciso di lanciarmi in questa avventura. Il terreno in cui svolgo questa attività era dismesso da anni.A diciotto anni ho deciso di sistemare il luogo per tenere i miei animali, un sogno che avevo sin da piccola e, nel giro di pochi anni, lo abbiamo sistemato e reso sempre più accogliente per tutti. Sicuramente la posizione è molto comoda per chi ci vuole raggiungere anche in bici o a piedi, ma questo non era previsto».

Cosa offri ai tuoi visitatori?

«I pomeriggi in fattoria sono momenti di relax dove poter visitare la fattoria e fare merenda con prodotti locali artigianali e biologici, succhi e the artigianali dell’azienda della mia famiglia la “Chef Service”, biscotti artigianali e molto altro.I wild picnic sono picnic serali durante i quali si può cenare in fattoria, sotto luci soffuse e su balle di fieno.Le serate di martedì, mercoledì e venerdì saranno realizzate anche grazie a differenti collaborazioni: il pub Flora si occuperà degli aperitivi, Michela Amadori accompagnerà i venerdì sera con la sua voce, Bosco e Martina Giovannetti seguiranno gli allestimenti. È inoltre possibile festeggiare momenti speciali assieme a famiglia ed amici».

Fattoria, deriva da fattore, indicando la persona “che fa”. E prima che si apra il cancello alle 16, di che cosa devi occuparti?

 Il mio lavoro ha molteplici sfumature, dai lavori più duri come la pulizia delle stalle, gestire la parte dell’alimentazione e delle nascite, perché la mia attività nasce come allevamento di animali, fino a lavori di amministrazione, essendo da sola devo gestire il tutto a 360°: le prenotazioni, le ordinazioni dei mangimi, rifornire il punto vendita, gestire i social e tutto ciò che gira attorno all’azienda».

Sei una ragazza giovane e la tua è una scelta originale. Come vivi la relazione con i tempi attuali?

«Il mio più che un lavoro è uno stile di vita.Sono consapevole di avere poco tempo libero, ma ho imparato a dargli più valore e a spenderlo con le persone a cui tengo di più».

Ti aiuta qualcuno a portare avanti la fattoria?

«Da quest’anno ho assunto un ragazzo ad aiutarmi nel punto vendita e nella gestione degli animali. Mio nonno è una delle persone che mi ha sempre sostenuto dalla nascita dell’azienda e che tuttora mi aiuta nella gestione e controllo della salute degli animali.Quando devo affrontare lavori molto impegnativi anche la mia famiglia è pronta ad aiutarmi, che sia nella costruzione dei recinti o nell’accoglienza dei clienti».

Quali animali ci sono in fattoria?

«Scelgo gli animali fidandomi delle mie sensazioni – racconta Giada – e cerco sempre specie e razze particolari, mi affascinano. Il nome della fattoria nasce dai conigli Nani, la prima attività nella quale, negli anni, mi sono specializzata.Durante i periodi primaverili ed autunnali, svolgo anche visite guidate per la socializzazione con gli animali nelle quali, in piccoli gruppi, spiego il corretto approccio e le varie curiosità ai più appassionati. Oggi la fattoria conta circa 10 specie differenti e oltre a quelle è possibile ammirare AlpacaHuacaya, Pecore Naso nero del Vallese e Animali Esotici».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui